Tempo di lettura: 1 minuto

Torre Pallavicina, Bergamo. Tra le Essenze di Fiume a cuira di Piccolo Parallelo, la rassegna al Parco Oglio Nord, nel cuore della pianura solcata dal fiume. Proprio sulle rive del fiume, arteria di indispensabile per l’agricoltura, si è consumata la vita di migliaia di contadini. Inaugura oggi, venerdì 2 novembre, la mostra “Quelli della Bassa” di Giuseppe Morandi alle ore 17,30 alla presenza dell’autore e delle autorità del Parco Oglio Nord. Foto e filmati sono aperti gratuitamente sino a domenica 4 novembre.

Scrive Giuseppe Morandi: “La civiltà contadina, durata duemila anni, stava ormai finendo. Volevo filmare i riti ancora in atto di quella civiltà. Se ho fotografato e filmato la mia gente è perché l’ho amata e ho condiviso la sua storia e la lotta per la sua emancipazione. Ho voluto dare loro un volto, raccontare la loro vita dall’interno, perché io ero e sono uno di loro. Ho voluto fissare la loro sapienza e il loro orgoglio”.

Giuseppe Morandi
, testimone unico dei cambiamenti antropologici di questa nostra pianura, è fotografo, scrittore, autore di cortometraggi presentati in Europa e America. Fondatore della Lega di Cultura di Piadena, da regista cinematografico ha realizzato molti documentari dagli anni ’50 ad oggi sulla vita nella Bassa Padana. Ha collaborato con Bernardo Bertolucci per il film “Novecento” e nel 2008 ha presentato il film “I colori della Bassa” al Festival di Venezia e poi in una tournée americana.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *