Edolo, Brescia. La terza edizione della rassegna letteraria “racCONTA LA MONTAGNA” si avvierà il 16 ottobre, con un ciclo di appuntamenti serali, che si terranno presso il Polo UNIMONT di Edolo (Bs) ed il Monastero di San Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs), dove la montagna è protagonista come ispiratrice di prodotti letterari emblematici.

Esaltare il potere culturale, evocativo e narrativo della letteratura ispirata alla montagna, e di incoraggiare l’awicinamento al mondo letterario di comunità locali e le nuove generazioni., con questo proposito parte la terza edizione della rassegna letteraria racCONTA LA MONTAGNA.

Otto appuntamenti dedicati alla lettura e letteratura di montagna organizzati da ottobre 2019 a maggio 2020 organizzati dall’Università della Montagna il polo d’Eccellenza dell’Università degli Studi di Milano dislocato a Edolo che vedono la montagna protagonista e ispiratrice di prodotti letterari e di narrativa. Le opere letterarie scelte sono strettamente legate da un unico filo conduttore: l’ambiente montano come luogo in cui esprimere sé stessi, i propri pensieri ed emozioni, rivalutare i propri limiti e meditare.

L’iniziativa è caratterizzata dall’utilizzo di tecnologie per avvicinare le montagne (aula virtuale) e dalla congiunzione tra diverse tipologie di prodotti generati dalla montagna in un mix creativo. Anche quest’anno il connubio tra letteratura e territorio montano verrà celebrato con aperitivi a base di eccellenze enogastronomiche tipiche del territorio Camuno e gli eventi saranno disponibili anche in diretta streaming.

racCONTA LA MONTAGNA si svolge nell’ambito del progetto Italian Mountain Lab – promosso dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) e realizzato dall’Università della Montagna in collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale e l’Università della Tuscia e vedrà gli studenti dei tre atenei relazionarsi con gli autori dei libri.

raCONTA LA MONTAGNA è un progetto di UNIMONT in ricordo di Alida Bruni, una collega grintosa e geniale dell’Università della Montagna che aveva una grande passione per la letteratura, coordinato dall’Arch. Claudio Gasparotti, ideatore e promotore dell’iniziativa.

Tutti gli incontri sono aperti al pubblico, a partecipazione libera e fruibili anche in diretta streaming.