Cremona – Fumetto Lab presenta Igort, Racconti vagabondi, i “quaderni disegnati” raccolti in una mostra che vuole fare il punto sul vertice artistico raggiunto dall’autore ed editore nella personale a lui dedicata dal Centro Fumetto “Andrea Pazienza”.

Igor Tuveri, in arte Igort, nato a Cagliari il 26 settembre 1958, è uno dei più raffinati e importanti narratori grafici contemporanei. L’autore ha scelto il fumetto come linguaggio espressivo, rivelandosi sin dall’esordio uno dei più interessanti autori d’avanguardia e successivamente un punto di riferimento internazionale per un nuovo concetto di libro a fumetti, o, come si usa dire oggi, graphic novel.

E’ una figura poliedrica, non essendo solo un autore. Infatti ha fondato riviste come Fuego, case editrici come Coconino Press e movimenti autoriali come il gruppo Valvoline. Attualmente dirige l’etichetta Oblomov Edizioni con cui prosegue la pubblicazione dei suoi quaderni a fumetti, l’ultimo dei quali è il secondo “Quaderni Giapponesi” che segue i “Quaderni Russi” e i “Quaderni Ucraini”. Igort è una figura di rilievo nel panorama internazionale sia come artista che come intellettuale e scopritore di talenti.

Estratto dai Quaderni Russi

Il percorso espositivo di Cremona si concentrerà sui suoi quattro quaderni disegnati, cioè opere a metà tra il diario e il reportage autobiografico, in cui l’autore si relaziona con la storia e con l’anima interiore dei paesi che ha visitato e in cui ha vissuto: Ucraina, Russia e Giappone. Sarà allestita anche una tavolata di libri in consultazione, con le sue opere e altre di riferimento del graphic novel contemporaneo, e un’area laboratori didattici dedicati al tema dell’autobiografia disegnata.

L’evento espositivo è proposto nel contesto del programma Cultura Cremona 2018 e che si svolge a cura del Centro Fumetto “Andrea Pazienza”, in stretta collaborazione con il Comune di Cremona, nello spazio espositivo di Santa Maria della Pietà, nell’ambito di una programmazione di ampio respiro per tutto l’anno.

Estratto dai Quaderni Giapponesi

Santa Maria della Pietà si conferma infatti spazio di riferimento per esposizioni ed eventi culturali di forte richiamo, con particolare attenzione all’ambito della grafica, dell’illustrazione e del fumetto. Il programma 2018 è ricchissimo di iniziative e, per la prima volta, viene presentato dall’Amministrazione comunale nella sua globalità, con l’obiettivo di migliorare la promozione, promuovendo S. Maria della Pietà come vero e proprio attrattore culturale, incrementandone ulteriormente i fruitori.

Con questa mostra, il Centro del Fumetto festeggia i suoi 30 anni di attività: dall’ottobre 1988. Grazie al Comune di Cremona e all’Associazione Arcicomics apre il Centro Fumetto “Andrea Pazienza”, che nel 2001 viene costituito in associazione di secondo livello, cioè composta da enti. La mostra dedicata a Igort rientra così in un anno speciale, in cui il Cfapaz compie 30 anni! Oltre a ricordare le tantissime iniziative e attività promosse dal Centro, dalla biblioteca ai corsi, dalle tante mostre ai tantissimi autori pubblicati, proprio alla fine di quest’anno celebrativo, avverrà il trasferimento del Centro in una nuova sede più ampia e soprattutto inserita in un complesso architettonico che comprende anche il Museo Civico, la Biblioteca Statale e l’Informagiovani, con accesso da Via Palestro.

Estratto dai Quaderni Ucraini

L’evento si svolge nell’ambito del percorso Fumetto Lab, curato dal Centro Fumetto “Andrea Pazienza”, con l’obiettivo di mettere a confronto il fumetto professionale con quello emergente. Negli anni scorsi sono state dedicate mostre alla casa editrice Becco Giallo, all’autore Alessandro Sanna e alla storica testata Storia del West. L’iniziativa fa parte del programma Cultura a Cremona 2018 in collaborazione con il Comune di Cremona e il Settore Cultura, Musei e City Branding, rientra anche nel circuito di Garda Musei, conta sul patrocinio della Rete Bibliotecaria Cremonese, delle associazioni Autori di Immagini e Tapirulan, e si inserisce tra gli appuntamenti preparatori dell’edizione 2018 del Porte Aperte Festival. Per questa mostra è stata inoltre fondamentale la sinergia con la manifestazione Lucca Comics & Games, promossa da Lucca Crea, che in occasione dell’edizione 2017 ha proposto una prima apprezzata versione di “Racconti vagabondi”.