Tempo di lettura: 3 minuti

Alzano Lombardo, Bergamo. La bicicletta come mezzo per muoversi, spostarsi sulle due ruote è una vera e propria occasione per migliorare il nostro stile di vita. Aiuta a lavorare, a studiare, a fare sport, a prendersi cura  reale di un cambiamento sostenibile, ecologico. Qualsiasi sia la visione della bicicletta l’appuntamento per appassionati, ciclisti accaniti o semplici fruitori delle due ruote è per il prossimo week end con “Raggio, stile di vita a pedali”, un evento con tanti eventi dedicato alla bicicletta.

Nello splendido Spazio Fase, l’ex cartiera Pigna edificata a fine ‘800, sabato 11 e domenica 12 novembre torna Raggio, il festival dedicato al mondo dalla bicicletta come stile di vita e alla mobilità sostenibile, giunto alla sua quarta edizione.

Saranno presenti le realtà italiane più interessanti, tra giovani designer, officine, negozi di accessori, produttori di biciclette artigianali e telaisti che esporranno e venderanno direttamente al pubblico i loro prodotti.
Dalle cargo bike alle bici sportive, dai leggerissimi telai alle ultime novità e-bikes, dalle rivisitazioni dei classici ai prodotti più alti sul mercato, fino alle startup: Raggio mostrerà tutte le sfumature di questo mondo.

Durante i due giorni tantissime attività:

mostra/mercato
Una selezione di oltre 50 espositori provenienti da tutta Italia che presenteranno e venderanno direttamente i propri prodotti, dai prototipi ai classici urban, dall’innovazione tecnologica al restauro creativo, no al mondo delle cargo bike.
Non solo biciclette, ma anche accessori e curiosità che ruotano attorno al mondo del ciclismo urbano.

speech
La scorsa edizione è stata trattata la tematica della mobilità sostenibile, quest’anno si parla invece di passione: storie, aneddoti e avventure di chi ha cambiato il mondo pedalando:

-“L’uomo in rosa che volle farsi giallo”
Sabato Dalle 16.00 alle 17.00 Gabriele Lodovici, membro de La Popolare Ciclistica, ha percorso il giro d’Italia tappa per tappa senza meccanici e senza assistenza. Ci racconterà la sua sfida personale che l’ha portato fino all’arrivo.

-“Fra gara e viaggio”
Sabato Dalle 18.00 alle 19.00 Luigi Burini e Luca Colonetti raccontano: 999 miglia, Trans Continental Race Parigi-Brest-Parigi e altre mirabolanti imprese in lungo e in largo per il continente.

-“For a piece of cake”
Domenica Dalle 15.00 alle 16.00. Riccardo e Chiara hanno percorso in sella 18000 km, da Cesena a Singapore, in compagnia del diabete di tipo I. 13 mesi attraverso 21 paesi per raccontare che il diabete non deve essere un limite.

-“Il mezzo e il messaggio: la comunicazione della bici”
Domenica Dalle 16.00 alle 17.00 La bicicletta cambierà il mondo, ma a condizione che questa venga raccontata e promossa nel modo giusto. Paolo e Pinar racconteranno le proprie esperienze di cicloattivismo, partendo da#salvaiciclisti e arrivando alle ciclabili clandestine, passando per il Fancy Woman Bike Ride che quest’anno ha coinvolto oltre 50 mila donne in tutta la Turchia.

-“The green wire”
Domenica dalle 17.00 alle 18.30 L’estate scorsa tre ragazzi bergamaschi sono partiti da Bergamo e sono arrivati ad Alberobello, percorrendo 1000 km in 11 tappe per realizzare un documentario sull’agricoltura biologica dal titolo The Green Wire. Presenteranno in anteprima alcuni spezzoni del documentario e racconteranno le storie più appassionanti di questo splendido viaggio. Questo giovane progetto vi riempirà il cuore e presto sarà anche un libro.The Green Wire.

Mostra “For a piece of cake”
Sabato, Inaugurazione dalle h. 10 . Visitabile sabato e domenica per tutta la durata dell’evento. Una storia lunga 18000 km documentata da un archivio fotografico che parte da Cesena e arriva a Singapore. For a piece of cake.

Food, Beverage And Relax
Nel cuore dell’area espositiva sarà attivo il Bar FASE con di erenti proposte per accompagnare il pubblico da colazione no a sera, gestito dalle realtà più fresche del territorio.

Area Kids
Una grande zona dedicata alle famiglie e ai bambini, con area test per introdurre anche i più piccoli al mondo delle due ruote. A cura di Baby MotoTeknik Wood.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *