Tempo di lettura: 1 minuto

Il 2003 è stato un buon anno per Codesarrollo, sia dal lato quantitativo che qualitativo. Buono il profilo di crescita, ma soprattutto è cresciuta la consapevolezza della forza del progetto e l’attenzione delle autorità nazionali e internazionali.

Il livello di crescita è rimasto sostenuto, senza che ciò abbia comportato problemi di redditività e sofferenze (sotto controllo all`1,92%). Ci sono forti segnali di miglioramento della capacità di raccolta interna (negli ultimi tre mesi aumentata di più di 2 milioni di dollari) che in prospettiva dovrebbe garantire una completa autonomia del nascente sistema

La rotazione degli impieghi permane alta (meno di tre mesi),  anche se l`iniezione di finanziamenti a medio termine (3 anni) da parte dei pool delle banche di credito cooperativo ha permesso di attivare linee di credito a 18-24 mesi in modo significativo (intorno al 20% degli impieghi).

Dal punto di vista quantitativo e di sistema, non meno importante, notevoli passi avanti si sono realizzati nell`architettura (si prevede 150 casse socie a fine 2004), nella formazione del personale e dei dirigenti (grazie soprattutto alla Fondazione Tertio Millennio),  nella considerazione del progetto da parte delle autorità nazionali (governo e Superintendencia de bancos) che internazionali (Bid fra tutti).

CONDIVIDI
La Redazione
Siamo a Leno (Brescia) presso il Centro Polifunzionale di Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo. Se volete, venite a trovarci. Vi offriremo un caffè e faremo due chiacchiere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *