Tempo di lettura: 1 minuto

Da quest’anno le imprese che investono in attività di ricerca e innovazione hanno a disposizione 3 nuovi strumenti. La Legge di Bilancio per il 2020 ha infatti riformulato il vecchio credito di imposta per la ricerca e sviluppo con l’attivazione di 3 diverse misure.

Ad essere interessate sono tutte le imprese, dalle piccole alle grandi, senza distinzione di settore (tranne che per la misura dedicata al design), e indipendentemente dalla forma giuridica.

Nel 2020 gli imprenditori possono contare su un credito di imposta del 12% per la realizzazione di attività di ricerca e sviluppo. L’agevolazione scende al 6% per progetti di innovazione tecnologica, con una maggiorazione al 10% per il raggiungimento di un obiettivo di transizione ecologica o di innovazione digitale 4.0.

Nel caso l’azienda operi nei settori tessile e moda, calzaturiero, occhialeria, orafo, mobile e arredo, ceramica è possibile usufruire di un credito di imposta pari al 6% per attività di design e innovazione estetica per la concezione e realizzazione di nuovi prodotti e campionari.

A differenza degli anni precedenti il beneficio si calcola sul totale delle spese ammissibili e non sul valore incrementale del triennio di riferimento. Sono inoltre previsti dei limiti di spesa per le quote di ammortamento di beni materiali e software, i materiali e le consulenze. Il credito di imposta sarà utilizzabile in 3 quote annuali di pari importo.

Ci sono novità anche per gli adempimenti richiesti, oltre alla redazione di una relazione tecnica dovrà essere effettuata una comunicazione al Ministero dello Sviluppo Economico.

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *