Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia. In un paese famoso per la cucina e il cibo come l’Italia, l’attenzione alle tematiche alimentari è sempre stata rilevante e di interesse dell’opinione pubblica. Lo spreco alimentare è un argomento importante legato alla filiera dell’agri-food che, con la ribalta dell’economia circolare che ha per focus riduzione degli sprechi, riutilizzo di risorse, sharing, creazione di una rete di lavoro; di servizi e di condivisione di experties, è diventato di fondamentale interesse per la società di oggi.

Per rispondere a queste nuove opportunità dettate dall’economia circolare, CAUTO si è distinta da anni come player fondamentale nel settore food per la riduzione degli sprechi alimentari. CAUTO, acronimo di “Cantiere Autolimitazione” è operativa a Brescia dal 1995 ma originariamente nasce nel 1991 come associazione impegnata a far  fronte all’emarginazione, attraverso il recupero e la distribuzione a scopo sociale di alimenti invenduti o scartati, presso l’Ortomercato cittadino.

Proprio l’esperienza ventennale nella riduzione degli sprechi viene portata da CAUTO nel progetto SCARTO BENE!, finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.  Con la dispensa sociale Cauto svolge il servizio di dispensa alimentare con cui si recuperano i beni alimentari scartati dalla Grande Distribuzione Organizzata (GDO) e dagli ortomercati, per distribuirli a scopo sociale.

Aziende alimentari e supermercati possono donare i beni invenduti, non più commerciabili. Il servizio riduce i costi di smaltimento per le aziende che donano i beni, previene la produzione di rifiuti e offre una risposta concreta e continuativa al bisogno alimentare di migliaia di persone.

Ad oggi CAUTO con il supporto dell’associazione di volontariato Maremosso, attraverso il servizio di dispensa sociale, permette a circa 10.000 persone tramite 122 enti beneficiari, di beneficiare di beni alimentari, recuperandone circa 3.000.000 di kg di cibo ogni anno. La distribuzione avviene in 61 comuni della provincia di Brescia, grazie alla donazione di una rete di aziende alimentari che in modo continuativo o in base alle eccedenze disponibili.

Il servizio genera ricadute sul territorio con vantaggi ambientali, sociali ed economici:

  • Recupero della frazione organica della GDO, finora smaltita come rifiuto indifferenziato;
  • Riduzione pari all’85% dei rifiuti indifferenziati prodotti da ciascun punto vendita;
  • Riuso di beni alimentari scartati attraverso la redistribuzione a scopo sociale che risponde al bisogno alimentare di persone indigenti;
  • Occupazione e inclusione sociale grazie agli inserimenti lavorativi e ai percorsi di volontariato protetto in collaborazione con l’associazione Maremosso.

In particolare la dispensa alimentare è un’azione di welfare che esprime e trasmette il sistema valoriale e la storia della cooperativa sociale fondata sull’attenzione all’ambiente, sulla solidarietà, sulla mutualità e sulla socialità. In pratica, o come meglio dire “in buona pratica”, ciascun lavoratore può settimanalmente portare a casa una cassetta di prodotti recuperati dalle eccedenze alimentari traendo un aiuto economico concreto per sé, risparmiando sulla spesa alimentare da un lato; dall’altro partecipa in prima persona al grande progetto di riduzione degli sprechi alimentari dell’intero territorio.

Il servizio è fondato su principi di riduzione dello spreco e dei rifiuti, della condivisione sociale, della creazione di una rete di collaborazione e condivisione, tutti importanti indicatori di circolarità che permettono di identificare il lavoro di CAUTO come una best practice di Economia Circolare in Italia e in Europa.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *