A Monaco, nel corso del weekend, sono arrivati 20mila profughi. Altri 10mila sono arrivati ieri. E il flusso di persone provenienti dall’Ungheria non accenna a fermarsi.

Alcuni arrivano in treno. Molti altri sono arrivati a bordo di decine di auto private che fino a ieri – grazie a una mobilitazione spontanea su twitter – hanno partecipato all’iniziativa #refugeeconvoy, ora sospesa.

Fra le migliaia di volontari che in questi giorni si sono mobilitati per accogliere e aiutare i rifugiati – e che con questo loro agire hanno fatto pressione sui governanti d’Europa – ci sono alcuni le cui famiglie hanno vissuto odissee simili. Ecco il loro racconto.