Tempo di lettura: 4 minuti

Breno (Brescia) – Ring Musicali, la “battle of the bands” del Teatro delle Ali di Breno, è ai blocchi di partenza per quella che sarà la nuova edizione – ormai la quarta – del suo contest dedicato ai gruppi emergenti. Tra le novità più significative di quest’anno l’apertura a gruppi da tutta Italia, che sarà così rappresentata da Nord a Sud, con una proposta variegata e di qualità.

Il cantautore e produttore musicale Paolo Benvegnù sarà l’ospite d’onore della kermesse, nel duplice ruolo di musicista – nella serata di sabato omaggerà i presenti con uno showcase acustico per chitarra e voce – e di giurato (nel corso di entrambe le serate), per valutare le performance dei gruppi in gara.

Insieme a lui nella giuria di qualità del concorso una squadra affiatata e rodata, rimasta pressoché immutata sin dalla prima edizione dei Ring Musicali: Enrico Danesi, critico musicale e giornalista del Giornale di Brescia; Laura “Lalla” Domeneghini, cantautrice ed esperta di musica; Stefano Malosso, operatore culturale, esperto di musica e giornalista del Bresciaoggi; Davide Vedovelli, direttore del concorso nazionale «Musica da Bere», esperto di musica e giornalista. A presiedere la giuria, senza diritto di voto, il Direttore artistico del Teatro delle Ali, Vittorio Pedrali.

L’appuntamento è per le serate di venerdì 15 e sabato 16 febbraio dalle 20.30, quando otto band (quattro per ogni serata) avranno la possibilità di esibirsi e darsi filo da torcere su un palco che negli anni ha ospitato strepitosi e prestigiosi musicisti: Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, Arto Lindsay, Fabrizio Bosso e Luciano Biondini, Erri De Luca con il Canzoniere Grecanico Salentino, Sarah Jane Morris e Antonio Forcione, Mario Brunello, Stefano Bollani, l’Orchestra Multietnica di Arezzo, e solo pochi mesi fa la star internazionale Robben Ford.

Due giornate di bella musica a Breno
Due giornate di bella musica a Breno

Anche per quest’anno le redini della conduzione saranno affidate alla presentatrice e giornalista Costanza Zanardini.

Le otto band in gara:

venerdì 15 febbraio – dalle 20.30
– Mass Way (Milano)
– Giumara & The Pink Noise (Milano)
– Bullet Bra (Trento)
– The Funny Farm (Brescia)

Sabato 16 febbraio – dalle 20.30
– Tagua (Bergamo)
– Il Palpito dell’Uno (Foggia)
– Neuromant (Perugia)
– Ramus (Valle Camonica)

L’ingresso al pubblico, che andrà a comporre la giuria popolare esprimendo le proprie preferenze sui gruppi in gara, è di 3 € per ognuna delle due serate in calendario.

PAOLO BENVEGNÙ
È stato il chitarrista-cantante fondatore degli Scisma, imprescindibile gruppo alternative-rock italiano ormai sciolto, con cui ha registrato, prodotto e composto tre dischi su etichetta Parlophone-EMI. Dal 1996 al 2000 la band gardesana è stata vincitrice di Arezzo Wave, del Premio Ciampi 1998 e protagonista di centinaia di concerti in Italia e in Europa. Dopo lo scioglimento degli Scisma, Benvegnù si trasferisce a Firenze per collaborare con Marco Parente, con cui registra l’album Trasparente, uscito per Mescal/Sony. Insieme a David Riondino e Stefano Bollani diventa uno dei cantanti dello spettacolo Presepe Vivente. Trasferitosi a Prato, avvia un proprio studio di registrazione, e insieme alla sua carriera di solista decolla anche quella di produttore per gli album di artisti del calibro di Perturbazione, Terje Nordgarden e Brychan. Il suo brano È solo un sogno viene inserito da Irene Grandi nel suo album del 2003 e incluso anche nel recente Best of di Irene, in una versione live registrata con Stefano Bollani. Nello stesso periodo Benvegnù pubblica il suo primo album solista Piccoli Fragilissimi Film (2004), lanciato dal singolo e dal video di Suggestionabili; il lavoro diventa subito un “classico” nel panorama indipendente e si piazza tra i migliori album dell’anno. Il tour che ne segue, di oltre 150 date, riceve il premio del MEI come Miglior Tour 2004. Nei successivi tre anni seguono i tour Kindergarten Tour e Nickerbocker Tour, che registrano un numero impressionante di sold-out. Tra il 2006 e il 2007 insieme a Petra Magoni e Ares Tavolazzi produce un lavoro sui brani folk del Trentino. Nel 2007 arriva l’EP 14-19 (con la sua nuova etichetta La Pioggia Dischi) ed è del 2008 il nuovo album Le Labbra, accolto subito come uno dei migliori dischi italiani degli ultimi anni, presentato anche in tv nel corso della trasmissione di RAI2 Scalo76 e all’Ypsig Rock con i Deus. Nel 2008, ancora una volta con Marco Parente, pubblica Proiettili Buoni, e con Manuel Agnelli partecipa al progetto Afterhours presentano: Il paese è reale. Sempre nello stesso periodo il suo brano Il mare verticale è cantato sia da Marina Rei che da Giusy Ferreri. Nel 2009 partecipa al concertone del Primo Maggio di Roma, suona a Italia Wave e conclude l’anno al Circolo degli Artisti, sempre a Roma. Nel 2010 la divina Mina reinterpreta e inserisce nel suo nuovo album Caramella il brano di Benvegnù Io e te (da Piccoli fragilissimi film). Nel febbraio 2011 esce Hermann (La pioggia dischi/Venus), che viene presentato in molte trasmissioni tv come Parla con me di Rai3 e Linea Notte e in numerose trasmissioni radiofoniche di Radio1 (StartSteronotteSuoni d’estate), di Radio2 (Radio2 liveMoby Dick, TwilightRadio2 Social Club), Radio3 (Alza il volumeFahrenheitZazà), di Isoradio (ZTL e Concerti in Sicurezza) e di Radio Popolare Network. L’autunno 2011 è una stagione ricca di soddisfazioni per Benvegnù, che riceve il Premio Radioindie Music Like come artista più trasmesso dal circuito radiofonico che determina la classifica Indie Music Like. Hermann si classifica secondo alle Targhe Tenco 2011, nella categoria miglior disco in assoluto dell’anno. Inoltre l’artista riceve al MEI il Premio Italiano Musica Indipendente 2011 (PIMI) come miglior solista dell’anno. Nel 2012 collabora con Marina Rei come coautore e cantante nel brano I fiori infranti, contenuto nel disco della cantante romana e partecipa alla compilation Tributo a Ivan Graziani con la canzone Olanda. Nell’ottobre 2014 esce Earth Hotel per l’etichetta Woodworm, distribuito da Audioglobe. Nel 2015 firma, con Michele Pazzaglia, la sigla del programma Decanter di Radio2; sempre nel 2015 pubblica, con gli Scisma, l’EP di inediti Mr. Newman (Woodworm Label), a cui segue un minitour di quattro date, tutte sold-out. Il 3 marzo 2017 esce il suo disco, H3+.

 


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *