Nella 4ª giornata di andata del campionato di serie A2 femminile continua la marcia al comando della coppia di testa Ecodent Alpo Villafranca e B&P Autoricambi Costa Masnaga con le inseguitrici appena sotto, ma andiamo con ordine.

Al comando come detto la compagine scaligera (Pertile 16) che vince il match clou di giornata sull’ostico campo della Autosped Castelnuovo Scrivia (Pieropan 27), mentre le lecchesi (Frustaci e Tibè 13) vincono nettamente in trasferta il derby lombardo sul campo de Il Carosello Carugate (Maffenini 14).

Al seguito della coppia lombardo-veneta risale in classifica la Tecmar Parking Graf Crema (Melchiori 16) che vince e convince tra le mura amiche contro il fanalino di coda Acciaierie Valbruna Bolzano (Mossong 12) che si trova a 2 punti dal vertice a pari merito con Akronos Moncalieri, Delser Cric Udine ed Autosped Castelnuovo Scrivia. Già detto della sconfitta interna delle piemontesi contro la capolista veronese, da segnalare la vittoria delle torinesi (Grigoleit 13) che supera in trasferta le venete del Giants Marghera (Armari 10), mentre come detto cade a sorpresa l’ex capolista Delser Cric Udine (Ianezic 18) che cede per mano dell’Itas Alperia Bolzano (Fall 23), prossima avversaria di Caccialanza e compagne in terra altoatesina.

Alle spalle di questo quartetto troviamo come detto la Itas Alperia Bolzano, la Velcofin Vicenza (Stoppa 23) che riscatta il ko di settimana scorsa e si impone nel derby veneto contro il Fanola San Martino di Lupari (Baldi 9) dedicando la vittoria al compianto presidente Aldo Concato che poco prima del match è stato ricordato con una targa ricordo nel palazzetto vicentino, le milanesi de Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano (Gombac 17) che si impone in trasferta nel derby lombardo sul campo della Fassi Gru Albino (Iannucci 24), il Fanola San Martino di Lupari che cade per la seconda settimana consecutiva e viene raggiunto dalla Polyglass Ponzano Veneto (Colombo 12) che supera in casa il fanalino di coda Scs Varese ’95 (Visconti 12).

A quota 2 punti troviamo il Giants Marghera ed Il Carosello Carugate che a loro volta precedono i fanalini di coda Acciaierie Valbruna Bolzano, Fassi Gru Albino e la neopromossa Scs Varese ’95.