Tempo di lettura: 1 minuto

Grazie ad un emendamento della Commissione Bilancio rispunta nel testo della legge di bilancio per il 2019 la proroga di un anno per il Bonus Formazione 4.0, con alcune integrazioni a favore delle piccole e medie imprese.

Per l’anno prossimo il bonus sarà riconosciuto nel limite del 50% delle spese ammissibili per le piccole e del 40% per le medie imprese con un tetto massimo di 300 mila euro. Alle grandi imprese si applicherà invece l’aliquota del 30% con un tetto massimo di 200 mila euro.

In settimana è stata inoltre pubblicata una circolare del Mise che fornisce alcuni chiarimenti per l’applicazione del credito d’imposta formazione per l’anno 2018.

Il documento stabilisce l’ammissibilità della formazione on line, nonché la possibilità di cumulo con altri incentivi alla formazione nel rispetto delle intensità massime di aiuto previste a livello europeo. Per quanto riguarda il deposito dei contratti collettivi aziendali o territoriali si precisa che possono essere depositati anche successivamente allo svolgimento delle attività formative, ma comunque entro la data del 31 dicembre 2018.

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *