Tempo di lettura: 2 minuti

Leno (Brescia) – È ormai già tutto pronto per l’edizione 2017 del Torneo notturno di Porzano di Leno che tra meno di cinquanta giorni festeggerà il suo quarto di secolo. Organizzato dai volontari del Centro Ricreativo Porzanese, con il patrocinio del Comune di Leno, della Provincia di Brescia e dell’Avis Provinciale, è uno dei tornei di riferimento della provincia di Brescia e da sempre conosce un grande riscontro di pubblico. Sul campo in erba dell’oratorio di Porzano, da domenica 4 giugno alla finale di domenica 7 luglio si affronteranno le squadre in gara nei giorni di mercoledì, venerdì e domenica.

Saranno sedici le squadre a sei giocatori partecipanti che a partire dalle ore 21.00 di ogni sera di gioco si sfideranno a gironi eliminatori (quattro gironi da quattro squadre) e poi -dai quarti- sfide dirette di sola andata fino alla fase conclusiva.

A margine delle partite i più piccoli gareggeranno nel Torneo giovanile AVIS, che vedrà sfidarsi le categorie pulcini ed esordienti.

Porzano è rimasto uno dei pochi tornei ufficiali FIGC che con orgoglio vede la presenza fissa della terna arbitrale AIA (Associazione Italiana Arbitri) con Commissario. I premi (quest’anno da record) verranno elargiti alle prime quattro formazioni: la vincitrice si aggiudicherà un buono valore di 9.000 euro (4.000 alla seconda classificata, 2.000 alla terza e 1.500 alla quarta) e verranno consegnati trofei al miglior giocatore, portiere, capocannoniere e la Coppa Fair Play per la squadra che avrà avuto la miglior capacità di competere rispettando gli avversari, senza rinunciare all’entusiasmo e al tifo per la propria squadra.

A tutti i donatori che si presenteranno in biglietteria con la tessera sarà riservato loro il prezzo di 1€.

Media partner dell’evento sarà la tv bresciana Teletutto, che seguirà alcune delle gare in diretta.

Come tradizione non mancherà la cucina, vero e proprio fiore all’occhiello del torneo con più di 400 posti a sedere al coperto con un menù ricco che prevede, per la domenica, lo spiedo bresciano.

Nel corso delle serate il torneo ospiterà anche alcuni piccoli momenti non legati al calcio: insomma, un evento che unisce ancora di più la frazione lenese con il calcio dilettantistico bresciano e del territorio limitrofo risaltandola agli occhi dell’intera provincia.

Le iscrizioni al torneo sono aperte!

CONDIVIDI
Marco Sacchi
Bresciano di origine e residenza, frequenta l’Università Cattolica del Sacro Cuore a Piacenza dove si specializza in Economia aziendale. Dal 2011 in forza presso la Fondazione Dominato Leonense di Leno, dove promuove la storia del Monastero benedettino “Ad Leones” e attività di promozione del territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *