Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. Forte del grande successo ottenuto per la prima edizione, con migliaia di visitatori, è stata presentata alla Sala della Consulta del palazzo municipale la “Festa del Salame 2018”.

Il 26, 27 e 28 ottobre il re degli insaccati ritorna protagonista nel centro storico della città con un fitto programma di eventi. La Festa del Salame si candida a divenire un grande appuntamento gastronomico e culturale che esce dai confini prettamente territoriali, per celebrare il meglio della norcineria nazionale, con i migliori produttori di salame e prodotti affini di tutta Italia.

Voluta e sostenuta con grande energia dal Consorzio di Tutela Salame Cremona IGP, la festa si presenta nella nuova edizione con le prelibatezze dell’insaccato più famoso e amato al mondo, nella varie lavorazioni che il più delle volte differiscono non solo da regione a regione ma nascondono peculiarità, segreti e tradizioni da norcino a norcino dello stesso territorio, un’arte salumiera che ha incoronato il salame “re degli insaccati”.

Un saporitissima tre giorni autunnale a cui è difficile resistere con un ricco programma di degustazioni, laboratori, incontri scientifico-culturali e momenti di intrattenimento che affiancano la rassegna espositiva, unica nel Belpaese. In pubblico avrà modo di partecipare gratuitamente ai vari eventi, ma soprattutto di degustare e acquistare i prodotti provenienti dal territorio e dalle regioni a vocazione norcina di tutto li Stivale, con un ruolo ovviamente riservato al “padrone di casa”: il salame Cremona IGP.

Tra gli eventi principali già fissati nel programma da non perdere: la disfida dei salami del Po che vedrà confrontarsi 12 aziende agricole delle province bagnate dal Grande Fiume per conquistare il titolo di `miglior salame contadino’, le golose degustazioni-gourmet proposte dall’enogastronomo cremonese Achille Mazzini per dimostrare che il salame può essere protagonista anche dell’alta cucina.

Il convegno “II Salame, fonte di probiotici (benefici)” in cui verranno illustrate le caratteristiche organolettiche e nutrizionali del salame e dei suoi ingredienti. La premiazione di uno speciale `Ambasciatore del Salame’, personaggio di fama nazionale, che verrà annunciato prossimamente, che ha legato il proprio nome alla tutela e alla promozione del consumo di salumi.

Ci sarà spazio anche per il divertimento, con la parata di una marching band e lo show itinerante dei musicisti-clown Mabò Band, e per una mostra in omaggio ai 70 anni di Tex. In più i ristoranti e i locali della città inseriranno nei propri menù speciali piatti a base di salame per deliziare i visitatori con un tocco nostrano.

Ma altre novità di cui non si conosce ancora il programma definitivo, come “il salame astronauta” lanciato nello spazio, saranno messe in calendario prossimamente. La Festa del salame si preannuncia una festa ricca di sorprese culinarie e non solo, per tutti i palati e per tutte le età.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *