Rezzato Brescia. La PInAC, oltre che una pinacoteca unica, è anche un centro di sperimentazione creativa che sostiene il diritto all’espressione e all’arte per tutti i bambini, le bambine e gli adulti interessati.

Anche quest’anno ripropone PInAC Parco, con una modalità rinnovata nel rispetto delle regole sanitarie, ma mantenendo immutato lo spirito delle attività PInAC. Durante le settimane di PInAC Parco i partecipanti potranno dedicarsi alla sperimentazione creativa fra il verde di Rezzato. Accompagnati dallo staff artistico qualificato di Fondazione PInAC, le bambine e i bambini potranno scoprire diverse tecniche artistiche e approfondire l’espressività creativa divertendosi in tutta sicurezza e circondati dalla natura.

Visti i più recenti sviluppi relativi al quadro normativo che regola lo svolgimento delle attività dei centri estivi, Fondazione PInAC può ora aprire le iscrizioni alle settimane di PInAC Parco a tutti, anche ai non residenti a Rezzato. La possibilità di prolungare la permanenza dei bambini anche nel pomeriggio (fino alle ore 16.00) è in attesa di approvazione e ne sarà data comunicazione immediata alle famiglie aderenti.

I percorsi previsti sono:

Dal 6 al 10 luglio 2020 (a cura di Maria Laura Marazzi e Stefania D’Amato)

Dal 13 al 17 luglio 2020 (a cura di Stefania D’Amato e Armida Gandini)

Dal 20 al 24 luglio 2020 (a cura di Pietro Maccioni e Damiana Gatti)

Potrà essere attivata una settimana a settembre a seconda degli sviluppi relativi all’inizio dell’anno scolastico 2020/21. E’ possibile iscriversi a una o più settimane.

Ogni settimana saranno formati due gruppi di 7 bambini. Ogni gruppo avrà lo stesso adulto di riferimento durante tutta la durata del percorso. I gruppi saranno organizzati in base alle fasce d’età degli iscritti. Si invitano le famiglie con bambini con bisogni educativi speciali o disabilità fisiche/cognitive a segnalarlo in fase di preiscrizione in modo da valutare necessità specifiche.

Ogni settimana è stata progettata nel più completo rispetto delle indicazioni governative relative al contenimento dell’emergenza sanitaria. Ad iscrizione avvenuta ogni famiglia riceverà tutte le indicazioni necessarie all’espletamento delle procedure di sicurezza richieste.

Informazioni pratiche:

Contributo: €70 a bambino a settimana (nonostante i costi relativi alla progettazione e all’espletamento delle attività siano notevolmente cresciuti, la quota di partecipazione è rimasta invariata rispetto allo scorso anno grazie al sostegno del Comune di Rezzato)

Orario: dalle 8.30 alle 13.30. Le attività si svolgono dalle 9 alle 12.30. Sarà possibile consumare un pranzo al sacco al termine delle attività sotto la supervisione dei nostri operatori. La possibilità di prolungare la permanenza dei bambini anche nel pomeriggio (fino alle ore 16.00) è anch’essa in attesa di approvazione e ne sarà data comunicazione immediata alle famiglie aderenti.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.