Crema, Cremona – Anche il Rotary Club Cremasco San Marco ha voluto fare la sua parte in questo momento di difficoltà ed emergenza a fianco del territorio e dell’ospedale. Qualche giorno fa ha fatto pervenire all’Ospedale Maggiore di Crema un Fibrointubatore Pentax consegnandolo nelle mani del Direttore del Dipartimento di Anestesia e Rianimazione.

Tale strumento è ritenuto di estrema utilità perché, essendo senza fili e ultracompatto, permetterà di effettuare procedure di intubazione rapide e sicure per la gestione delle complicanze delle vie respiratorie che purtroppo caratterizzano il COVID19.

Un ringraziamento particolare va al socio Sandro Zambelli che si è fatto interprete della richiesta di aiuto pervenuta dall’Ospedale e la signora Mariuccia Zambelli che con grande professionalità è riuscita a procurare questo strumento in tempi brevissimi per renderlo subito utilizzabile a favore dei nostri concittadini e non solo.

Lo strumento è già operativo in uno dei reparti centrali per la lotta a questa emergenza che ci sta mettendo a dura prova da ormai troppo tempo.

L’aiuto dato a questi medici e infermieri è una goccia nel mare delle necessità, ma al Rotary è sembrato doveroso, oltre che corretto, non tirarsi indietro in questa prova così grande che sta sollecitando tutti in prima persona, a vari livelli.

Diversi soci Rotary sono medici e l’associazione sa direttamente dalle loro voci cosa significa confrontarsi ogni giorno con questo nemico invisibile. Un ringraziamento speciale va quindi, anche da parte di tutti i soci del Club, a tutti i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari e di supporto che senza sosta stanno lavorando con straordinaria dedizione e professionalità per salvare vite, mettendo a rischio anche la propria, per il bene di tutta la comunità.