Tempo di lettura: 2 minuti

Rovigo. Due parole davanti ad una tisana, un tea, un biscotto, prima di entrare o tornare in reparto è ciò che fanno le volontarie, tutte donne, della Lega italiana lotta ai tumori al Day hospital oncologico di Rovigo, dove vengono offerte bevande calde dolcetti ai pazienti, alle pazienti e ai parenti.

Sembra un piccolo gesto di cortesia che invece si traduce in un contatto importante e solidale con coloro che stanno vivendo uno stato di sofferenza e angoscia, è l’inizio di una sintonia tra volontarie e pazienti che solleva per un attimo il carico di preoccupazioni.

Tutto è iniziato a maggio dello scorso anno dalla volontà di un gruppo di donne, di età e esperienze diverse, pensionate, infermiere, studentesse, casalinghe, ex pazienti, con l’unico scopo di dare una carezza all’animo di chi sta soffrendo per una malattia. Un piccolo-grande gesto per costruire le basi di altre relazioni ed altri progetti.

Il servizio si trova presso l’ospedale civile di Rovigo. L’associazione offre una bevanda calda, dolcetti, ma soprattutto un momento di compagnia e socializzazione alle persone che si recano al Day ospital oncologico per le terapie.

– Siamo partite nel maggio scorso con la tisaneria, poiché era la cosa più semplice e spontanea da proporre a chi arriva al day hospital.- ha raccontato Maria Iside Bruschidella Lilt al CSVnet -Infatti questo servizio ci ha aperto le porte alla realizzazione di altre attività, come lezioni di reiki, già iniziate, e prossimamente incontri con un’estetista, un parrucchiere e una psicologia per imparare a valorizzare se stessi e il proprio aspetto.-

Le volontarie dell’associazione, attualmente, garantiscono il funzionamento della tisaneria il martedì e giovedì mattina, ma dopo il buon risultato dell’iniziativa ora l’associazione cerca volontarie e volontari per ampliare il servizio.

Servono un paio di volontari per portare ad almeno tre giorni settimanali la tisaneria. E’ richiesta, dunque, disponibilità in una mattina a scelta tra lunedì, mercoledì e venerdì, tra le 9.30 e le 12.00. Ai volontari non sono richiesti particolari requisiti, salvo la volontà di mettersi alla prova in un contesto delicato, emotivamente impegnativo, ma che può restituire enorme gratificazione e calore umano.

Nata nel 1997 la Lega italiana lotta ai tumori Lilt, fornisce supporto psicologico ai malati e ai loro familiari durante le varie fasi della malattia, consigli legali, informazioni sul cancro (fattori di rischio, diagnosi e terapia) e sulle strutture oncologiche.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *