Tempo di lettura: 2 minuti

Rovigo – Ecco la terza edizione di “Rovigoracconta il festival dei libri, della musica e del teatro più bello della primavera in corso nel capoluogo polesano fino all’8 maggio. Un festival che con gli oltre 10 mila spettatori dell’anno scorso si sta imponendo nel Nord-Est come uno dei principali appuntamenti culturali italiani.

Il titolo dell’edizione di quest’anno è “Ama quel che fai“, vero e proprio filo conduttore della rassegna che vedrà musicisti, teatranti, scrittori a confronto in una tre giorni di entusiasmo, divertimento e pensieri in circolo. Presenti personaggi del calibro di Giovanni Floris, Chiara Gamberale, Gianni Rivera, Saturnino, Mauro Corona, solo per citarne alcuni.

Musicisti, teatranti, scrittori a confronto in una quattro giorni di entusiasmo, divertimento e pensieri in circolo. Parole che raccontano il concetto di amore nella società del presente, spaziando dall’amore per la libertà a quello per la bellezza e per le idee. Idee che parlano di libertà, di strade da prendere per salvarci, della condizione della donna oggi, del ruolo di genitori in un presente che cambia velocemente. Idee che parlano anche del bisogno di tornare a una vita più in armonia con la natura e con la ricerca di cose vere, autentiche, dei tentativi che facciamo per credere ancora una volta nella giustizia delle cose.

Tra la presentazione di un libro, un concerto o uno spettacolo puoi riposarti all’ombra del giardino segreto di Rovigoracconta. Appare nei giorni del Festival e subito dopo, come succede con certe magie, scomparirà. È all’interno della piazzetta Annonaria, nel vecchio ghetto ebraico della città. Lì potrai sederti sotto i portici, circondato dal verde, mangiare un panino arancione o portare via con te un sacchetto arancione di frutta. Se sei un bambino, o un adulto che è rimasto bambino, puoi prendere un palloncino arancione. Puoi anche fermarti a parlare con lo Scrittore per strada, che nei giorni di sabato e domenica ti regalerà i suoi tautogrammi.

Rovigoracconta si svolge totalmente nel centro storico di Rovigo, facilmente raggiungibile a piedi anche dalla stazione dei treni.

In allegato il programma completo del Festival.

CONDIVIDI
Silvano Treccani
Nato a Leno nel 1964 lavora presso Cassa Padana Bcc dal 1995. Le sue grandi passioni sono la musica, il cinema, la lettura e la corsa podistica. Rigorosamente in quest'ordine. E guai a cambiarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *