Lonato del Garda (Brescia) – Dal 15 al 17 gennaio la manifestazione ispirata alla tradizione agricola e alla ricorrenza di Sant’Antonio Abate tornerà ad affollare strade, piazze e palazzetti di Lonato del Garda, concludendosi proprio nella domenica di Sant’Antonio abate (17 gennaio), ispiratore dell’evento e protettore degli animali e delle campagne.

La 58ª Fiera agricola, artigianale e commerciale di Lonato del Garda conferma la sua valenza regionale quale vetrina di prodotti del territorio con un percorso espositivo ideato e consolidato negli anni per valorizzare le frazioni lonatesi, le aziende agricole e le associazioni del territorio, gli artigiani e i commercianti, con un ricco carnet di proposte: degustazioni gratuite, gare gastronomiche, momenti legati alla cultura e alle tradizioni d’altri tempi, presentazioni di libri, mostre ed esposizioni, rievocazioni storiche, esibizioni cinofile, artisti di strada, visite guidate ai principali monumenti cittadini, eventi musicali e teatrali, animazione e luna park per i più piccoli, esposizione di mezzi d’epoca e tanto altro ancora nel lungo fine settimana di metà gennaio.

La fiera in questi 58 anni è cambiata molto, ma non è mutata la passione con cui i lonatesi la organizzano e accolgono migliaia di ospiti in questo primo appuntamento dell’anno – sottolinea il sindaco Roberto Tardani..

La Fiera di Lonato ancora una volta promette di riunire le famiglie e di far registrare alla nostra città turistica il tutto esaurito. Ad allietare la cerimonia di apertura ci sarà come sempre il Corpo Musicale Città di Lonato del Garda. Seguirà alle 11.30, la pesatura ufficiale dell’“Os de stòmech” da guinnes dei primati realizzato dai macellai locali, appeso in piazza Martiri della Libertà e portato in corteo dai macellai.

Altro appuntamento sarà la corsa della domenica mattina, alle 11, sempre in piazza. Mentre la consueta benedizione degli animali sul sagrato della chiesa di S.Antonio si svolgerà sabato 16 alle 14.30.

Il programma completo della fiera.