Grafopsicologia: Sagittaria, introspettiva al massimo grado

Sa ben riflettere sulle conseguenze di causa/effetto

Mi scrive Sagittaria, F, 23 anni, mano dx.

Introspettiva al massimo grado, la Personalità è estremamente portata a comprendere la realtà in cui vive, anche se non ad amarla.
Perchè è proprio  l’affetto che non risulta continuo, in questo – comunque giovanissimo –  soggetto.
La sua capacità di non farsi condizionare, il suo non essere  influenzabile, la sua risolutezza e fermezza possono alienarle le simpatie del prossimo.

Quelle che sono innegabilmente DOTI, divengono difetti per coloro che vorrebbero accettazione senza remore, sorrisi e compiacenza completa da un soggetto così giovane.
Da qui, con tutta probabilità, l’istaurarsi di senso di solitudine nel soggetto che si vede rifiutato da coloro che pensano di non essere accettati. Un cane che si morde la coda.

E’ presente anche il tratto di aspirazione all’indipendenza, che, se da un lato permette a Sagittaria di andare avanti nella vita, dall’altra rende ancor più sola questa persona.
E’ possibile cambiare? Sì.

Il primo passo potrebbe essere quello di apprendere strategie comunicative, anche solo gestuali, per palesare all’habitat il proprio desiderio di “entrare” in contatto.

La Personalità, inoltre, presenta anche altre, significative, caratteristiche:
– capacità di ispirare rispetto
– notevole “visione panoramica”: sa ben riflettere sulle conseguenze di causa/effetto
– accentuata praticità
– buon senso (tutte caratteristiche positive, ma adatte a Personalità più stagionate)
– gusto per viaggi (e necessità di movimento, per la circolazione sanguigna, con propensione allo sport)
– ottima capacità amministrativa
– facile attività organizzativa. Proprio su questa dote Sagittario dovrebbe puntare, per captare amicalità ed affettività attorno a sè.

L’Essere Umano, è risaputo, “ama” chi l’aiuta… e gratis ancor di più.