Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. “Vogliamo vedere gli spalti gremiti”, è l’invito a partecipare alla grande festa domenica 19 maggio al pomeriggio: Sanse Day 2019, Sansebasket per Medea. Come ogni anno sarà una grande festa di fine stagione, ma anche l’occasione per raccogliere fondi da destinare a Medea per il sostegno ai malati oncologici. L’appuntamento alle 15:30 alla palestra Spettacolo.

Il nome della Sansebasket ed il suo logo, con la freccia che avvolge il pallone, è stato scelto volutamente per mantenere forte il legame con le sue radici: la “Freccia”, polisportiva dell’oratorio cremonese di San Sebastiano, nata nei primi anni ’60.Come ogni anno alla palestra Spettacolo le squadre della Sansebasket, giovanili, la formazione di baskin e la Serie C Gold, si ritrovano per condividere il basket giocato, ma anche associazionismo e volontariato. La varie discipline sono infatti accomunate dalla volontà di lavorare al servizio del territorio, per la promozione di una pallacanestro che riconosca la centralità delle persone e sia di complemento ai percorsi educativi proposti ai ragazzi dalla famiglia e dalla scuola.

Un valore aggiunto è la collaborazione con MEDEA, la Onlus che dal 2003 sostiene con varie iniziative l’assistenza dei malati oncologici, dei loro familiari e amici e opera con i propri volontari a Cremona e in molti comuni limitrofi. La mission di MEDeA è infatti di lavorare per una società libera dalla paura del cancro, in cui una diagnosi di tumore sia per ogni persona solo un momento transitorio nella storia della sua vita. Nel mese di aprile sono tante e appassionanti le iniziative e gli eventi organizzati dalla Onlus a scopo benefico, ma che sono di grande interesse culturale.La Sansebasket è così sinonimo di sport e di solidarietà. L’extra-basket però non si ferma qui, nel 2010 parte il progetto Educasport, volto a dare una corretta educazione ai giovani che praticano attività agonistica, con una serie di lezioni sull’alimentazione e c’è un’attività di volontariato nelle scuole superiori organizzata con il Cisvol.

A tutto ciò il popolo Sansebasket si aggiunge una grande sensibilità d’animo e capacità di approccio intelligente al mondo sportivo e all’educazione dei giovani, note di distinzione che caratterizzano la vocazione della società. Una società che pone la persona al primo posto, davanti a tutto: al risultato agonistico, alle opportunità di convenienza, agli interessi societari. Per questo motivo le vittorie nelle gare quando arrivano valgono doppio.

Dunque non resta che partecipare numerosi alla grande festa del Sanse Day domenica prossima, invitando amici e soprattutto i giovani che vogliono avvicinarsi al mondo del basket, dello sporto e della solidarietà.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *