Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona e Parma. Arte, musica, danza ed interviste per dire un sonoro no al bullismo. Questo in poche parole è Sbulli musical, la diversità come antidoto al bullismo, il nuovo spettacolo pensato dall’associazione MagicaMusica in collaborazione con il liceo coreutico Tito Livio di Milano e l’istituto comprensivo Pescara 8.

Andrà in scena il prossimo 21 maggio alle ore 21 al teatro Ponchielli di Cremona e sarà in replica domenica 12 giugno al teatro Regio di Parma. L’iniziativa, patrocinata dalla Provincia di Cremona e dal Comune di Cremona, è stata presentata oggi in una conferenza stampa presso il palazzo della Provincia. È realizzata con il contributo del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, di regione Lombardia e di privati.

 “Con questa proposta – spiega il direttore Lombardi – abbiamo voluto unire diverse forze per affrontare un tema di stretta attualità, quale è quello del bullismo. Ma attraverso l’arte, la musica e la danza parleremo anche di rispetto, di coraggio, di determinazione con l’obiettivo di valorizzare le potenzialità che ciascuno di noi possiede”. Nel dettaglio, oltre all’orchestra e al gruppo di ballerini dell’associazione MagicaMusica, i bimbi abruzzesi faranno parte del coro, mentre gli alunni del coreutico si occuperanno delle coreografie. “Non è finita qui, perché ogni tema sarà introdotto da una videointervista dalla quale emergerà il pensiero di ciascuno sull’argomento”.

L’associazione MagicaMusica si impegna da tempo coinvolgendo ragazzi con disabilità, educatori e genitori per elaborare proposte di qualità. Non a caso è stata scelta per l’evento che debutterà al Ponchielli di Cremona e al Regio di Parma. Affrontare oggi con i ragazzi di MagicaMusica il tema del bullismo è un privilegio, un’opportunità per vivere concretamente l’inclusione sociale.

Nato nella mente di Lombardi durante il primo lockdown, lo show è l’esito di un lungo percorso di condivisione tra varie realtàOrchestra composta da 30 Ragazzi Speciali con Direttore, Piero Lombardi, l’Orchestra ha un repertorio di 70 brani da Rossini a Zucchero passando dai  Beatles e si è già esibita in 117 concerti in prestigiosi teatri. Divertimento, autostima, autonomia, condivisione, musica e poi musica sono gli obiettivi dell’attività.