Torre de’ Picenardi (Cremona). Giovedì 27 ottobre 2016, a partire dalle ore 21.00, il Gruppo Culturale  di Torre de’ Picenardi organizza una conferenza dal titolo “Scienza e Fede: matrimonio o divorzio?”, nella Sala Consiliare del Comune di Torre de’ Picenardi.

“La tecno-scienza è destinata a crescere in un modo vertiginoso fino a toccare il mistero della vita e i segreti del cosmo; eppure la tecno-scienza non è in grado di stabilire se una lacrima è di dolore o di gioia! Non è soprattutto in grado di dirci il significato delle cose della nostra vita. Che cosa ci offre la fede Cristiana?”

La conferenza è a cura dei relatori Maria Paola Negri, docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, e Giovanni Borsella, Germanista. L’evento è patrocinato dal Comune di Ca’ d’Andrea, Comune di Torre de’ Picenardi, dalla Provincia di Cremona, con il contributo di Cassa Padana, della Banca Popolare di Cremona, dello Spaccio Santini e Titanox.

Il Gruppo Culturale di Torre de’ Picenardi nasce ufficialmente il 21 luglio 2002 da un’idea di Aldo Falli, nato e cresciuto nella capitale ma ormai torrigiano da molti anni e profondo amante del proprio paese, con l’intento di favorire e promuovere sul territorio attività artistiche, musicali, letterarie, figurative e tutto ciò che rientra nel mondo e nel linguaggio della cultura nel suo significato più ampio.

In questi anni il gruppo culturale, diretto sin dalla sua fondazione da Aldo, è stato presente su tutto il territorio e in particolare nei due principali monumenti del paese, Villa Sommi Picenardi e il Castello di San Lorenzo, luoghi della cultura locale per eccellenza, organizzando conferenze, dibattiti, momenti di approfondimento, che hanno toccato argomenti di attualità, politica, storia, arte, turismo, con importanti e qualificati relatori, oltre a concerti, proiezioni di diapositive, momenti ludici, estemporanee di pittura, gite e trasferte in città d’arte italiane e molto altro ancora.

culturale-torre-de-picenardi

L’Associazione, senza fini di lucro, conta oggi più di 60 eventi culturali organizzati, opera mediante l’azione diretta dei propri soci e persegue i seguenti scopi:

  • la sensibilizzazione attraverso eventi e manifestazioni e ogni mezzo di informazione dell’opinione pubblica per migliorare la qualità della vita;
  • il perseguimento esclusivo di finalità di solidarietà sociale in risposta ai bisogni sociali e culturali nell’ambito del supporto umano;
  • la promozione e organizzazione di attività artistiche, culturali e ricreative, incontri, ivi comprese arti figurative, letteratura, musica, teatro e quant’altro il linguaggio culturale possa esprimere, dando possibilità di vita autonoma e sociale, favorendo il rapporto di comunicazione interpersonale.

Il gruppo culturale fa incontrare i cittadini che vogliano organizzarsi per intervenire con proposte, progetti, iniziative concrete relative al tempo libero, alla partecipazione, allo svolgimento di attività ricreativo-culturali. Intende rispondere – mediante le attività sociali – ai bisogni di socializzazione e ricreazione dell’intera collettività.

In caso di particolari necessità l’associazione può assumere lavoratori dipendenti o impiegare lavoratori autonomi, anche ricorrendo ai propri associati.