Tempo di lettura: 2 minuti

“Vogliamo utilizzare energia pulita per non sprecare la nostra vita”. La voce dei ragazzi che si impegnano nella lotta contro i cambiamenti climatici risuona nella sala della Regina della Camera dei Deputati, dove nei giorni scorsi sono stati premiati i vincitori del concorso nazionale ‘Immagini per la Terra’, promosso e realizzato da Green Cross Italia e giunto alla sua 27esima edizione.

Un’iniziativa che ha coinvolto 170 studenti di otto scuole, selezionati tra gli oltre 13mila partecipanti. L’obiettivo era misurarsi con il tema del risparmio e dell’efficienza energetica, e per questo ‘Energia in classe A’ era il titolo dell’edizione 2018-19.

Tra i vincitori, il progetto di un ‘panino speciale’ che aiuta il mondo a non farsi male (sviluppato dai bambini della scuola dell’infanzia ‘Bastida Pancarana’ di Pavia), un corto sul tema del riscaldamento globale e delle migrazioni (Scuola secondaria di primo grado ‘D’Annunzio’ di Salo’) e la visione futurista dei ragazzi dell’istituto ‘Panella Vallauri’ che hanno immaginato un catastrofico 2031.

“I giovani sono la speranza, la capacita’ e l’entusiasmo- commenta Elio Pacilio, presidente di Green Cross Italia, la ong che si occupa di sicurezza ambientale- non e’ a rischio il Pianeta ma la nostra vita. Bisogna agire subito. Non si puo’ piu’ parlare di mitigazione ma bisogna cambiare radicalmente, e i giovani sono gli unici in grado di dare una forza reale a questo cambiamento. E la partecipazione a questo concorso lo dimostra”.

L’iniziativa, promossa dal Miur e aperta alle scuole italiane di ogni ordine e grado, ha decretato otto scuole vincitrici, selezionate da una giuria composta da esperti in formazione, comunicazione, giornalismo e arte.

Tra i vincitori anche l’istituto comprensivo ‘San Teodoro’ di Genova, con un libro realizzato da materiali di riciclo, la scuola primaria ‘Maria Consolatrice di Arezzo’, con un racconto che vede protagonisti bambini attori del cambiamento climatico e la scuola primaria ‘Carlo Collodi’ – istituto comprensivo statale ‘Nelson Mandela’ di Mogliano Veneto, con un progetto di scuola biocompatibile.

“Oggi ci sono tanti bambini e sono contento perche’ questo e’ il materiale umano su cui dobbiamo lavorare per far prendere consapevolezza anche alle giovane generazioni”, ha raccontato Valerio Rossi Albertini, del Cnr, che ha animato la giornata spiegando ai giovani le nuove tecnologie rinnovabili con la semplicita’ del gioco.

Madrina dell’evento l’attrice Stefania Sandrelli, che in apertura ha detto: “La Terra e’ una. È difficile pensare di poter lasciare un modo migliore, io mi sento in colpa, ma ho fatto del mio meglio per dare il buon esempio ai miei figli e ai miei nipoti. Bisogna cominciare subito a combattere l’inquinamento”.

Ad aggiudicarsi il premio da 1000 euro anche la scuola ‘Enrico Fermi’ di Ispra, con una canzone sull’energia pulita (intonata all’inizio della giornata), e i ragazzi del liceo artistico ‘Amedeo Voltejo Obici’ di Oderzo con il video ‘L’unione fa energia”.

CONDIVIDI
Redattore Sociale
Il Network di Redattore sociale raggruppa diverse iniziative di informazione, documentazione e formazione sui temi sociali. A promuoverle è la Comunità di Capodarco di Fermo, dal 1966 una delle organizzazioni italiane più attive nell’intervento a favore di persone in difficoltà e oggi diffusa in varie regioni. Motore di questa rete è la redazione dell’Agenzia giornalistica quotidiana Redattore sociale, nata nel febbraio 2001 ed oggi attiva su un portale web riservato agli abbonati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *