Tempo di lettura: 2 minuti

Gattatico, Reggio Emilia. Etica, comunità e territorio sono i “contenuti” principali della Scuola per amministratori di Casa Cervi in programma del 1 e 2 luglio, presso l’Istituto Alcide Cervi, sede museale di Gattatico (Reggio Emilia). La Scuola, completamente gratuita, è rivolta agli amministratori dei Comuni (sindaci, assessori, consiglieri…), in particolare dell’Emilia-Romagna. Sono i benvenuti anche gli studenti universitari, i membri di associazioni e cooperative e, in generale, tutti gli interessati.

Sono già aperte le iscrizioni, fino alla fine di giugno sul sito www.istitutocervi.it.

«La Scuola – spiegano Paolo Papotti e Mirco Zanoni – intende fornire un nesso storico e valoriale tra l’identità del territorio che idealmente si riconosce nell’esperienza di Casa Cervi in tutta la storia della Repubblica e le esperienze degli amministratori locali, cercando di dare un filo di profondità alla perpetua sfida costituzionale che ogni amministratore affronta quotidianamente nella propria comunità. Ci sarà spazio per la testimonianza con buone pratiche e modelli amministrativi nel presente e nel passato, a partire dalle esperienze dell’Emilia-Romagna».

Le sessioni prevedono, oltre lo scambio fra costituzionalisti, testimoni di importanti esperienze amministrative e storici, moduli didattici svolti in modalità laboratoriale curati da Paolo Papotti (operatore culturale) e Mirco Zanoni (coordinatore culturale). Tra i primi relatori confermati, il prof. Maurizio Malo, docente di Scienze politiche, giuridiche e studi internazionali presso l’Università di Padova). Il programma definitivo verrà pubblicato nei prossimi giorni.

Si inizia venerdì 1° luglio alle 17, fino alle 19,30, con cena e musica dal vivo. I laboratori proseguono sabato 2 luglio a partire dalle ore 10, con pausa pranzo dalle 13 alle 14,30. È previsto un piccolo contributo per i pasti. Alla fine della Scuola verrà rilasciato un attestato. Per informazioni più specifiche sulla Scuola è possibile scrivere a [email protected].

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.