Tempo di lettura: 1 minuto

“Roma nun fà la stupida stasera, damme ‘na mano a faje di de si. Sceji tutte le stelle, più brillarelle che poi e un friccico de luna tutta pe’ noi” Parole e note di una delle serenate più cantate della musica italiana, con il fascino dei luoghi incantevoli al chiarore delle stelle.

È l’ingrediente della sere FAI d’estate dal 9 giugno al 2 luglio. Castelli millenari, ville d’epoca, giardini archeologici: l’Italia più bella sarà accessibile, nei weekend, dal tramonto a mezzanotte con oltre 60 eventi in tutto il Paese, un ricco calendario che permetterà di vivere le serate estive asuon di musica in contesti unici d’arte e natura.

I concerti, frutto della collaborazione con 11 Conservatori italiani resa possibile grazie al coordinamento artistico del maestro Pasquale De Rosa, animeranno le notti bianche del FAI insieme a visite speciali e teatralizzate, giochi, picnic e aperitivi a lume di candela.

Vivere il fascino serale della dimora dove Antonio Fogazzaro scrisse e ambientò “Piccolo mondo antico”, ammirare il tramonto della Sicilia che illumina di rosso gli agrumi, mandorli e olivi secolari della Valle dei templi o esplorare uno dei parchi più romantici d’Italia a lume di candela: ecco un esempio delle tante opportunità offerte da Sere FAI d’Estate, la grande festa che dal 9 giugno al 2 luglio apre al pubblico straordinariamente in notturna 16 luoghi del FAI.

Il programma delle sere e le prenotazioni, acquistabili on line, sul sito FAI sere d’estate.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *