Tempo di lettura: 2 minuti

Nella 10ª giornata di andata del campionato di serie A2 femminile continua la marcia solitaria della capolista imbattuta Multimedica Geas Sesto San Giovanni (Barberis 25) che supera senza difficoltà la pericolante G&G International Pordenone (Madera e Meldere 11) e porta a 4 i punti di vantaggio sulle immediate inseguitrici.

All’inseguimento della compagine sestese troviamo la coppia composta da B&P Autoricambi Costa Masnaga ed Ecodent Alpo Villafranc. Le lecchesi di coach Pirola (Baldelli 18) cedono di misura nel derby lombardo sull’ostico campo de Il Ponte Casa d’Aste San Gabriele Milano, trascinato da una positiva Maffenini autrice di 16 punti e 12 rimbalzi che piazza la tripla decisiva, mentre le scaligere grazie ai 15 punti di Zanella si impongono in casa nel derby veneto contro il Giants Marghera (Pastrello 13).

Appena sotto troviamo il terzetto composto da Velcofin Vicenza, Tec-Mar Crema e Delser Udine. Le beriche (Brcaninovic 17 punti e 10 rimbalzi) passano alla Cremonesi contro una Tec-Mar (Caccialanza 11) in serata no al tiro, mentre le friulane (Vicenzotti 16) vincono con qualche difficoltà contro il pericolante Cus Cagliari (Sorrentino 18). Alle spalle di questo terzetto troviamo l’Ecoprogram Castelnuovo Scrivia che grazie ai 34 punti in totale (17 x 2 della coppia Katshitshi e Ljubenovic, quest’ultima ha catturato anche 10 rimbalzi) supera nei secondi finali una positiva Itas Alperia Bolzano a cui non sono bastate le buone prove di Fall e Matic che hanno chiuso con 13 punti, con la seconda che ha anche raccolto 12 rimbalzi.

Dietro alla compagine piemontese troviamo la coppia Il Ponte Casa d’Aste San Gabriele Milano che compie l’impresa di giornata fermando la serie positiva della vice capolista B&P Autoricambi Costa Masnaga ed il San Salvatore Selargius (Codola 21 punti ed 11 rimbalzi) che batte in casa il fanalino di coda Fanola San Martino di Lupari (Milani 13) e precede il Giants Marghera a cui non riesce il colpo grosso sul campo dell’Ecodent Alpo Villafranca.

Alle spalle della compagine veneziana troviamo l’Itas Alperia Bolzano sconfitto a Tortona dall’Ecoprogram Castelnuovo Scrivia che viene raggiunto da Il Carosello Carugate (Zelnyte 13) che si aggiudica il derby lombardo sul campo della Fassi Gru Albino a cui non è bastata la doppia doppia di Joseph (25 punti e 14 rimbalzi), che così spingono sempre più in fondo la compagine orobica che si trova con soli 4 punti in classifica insieme al Cus Cagliari e G&G International Pordenone, mentre chiude la classifica il Fanola San Martino di Lupari sconfitto in terra sarda a Selargius.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *