Nella 6ª giornata di ritorno del campionato di serie A2 femminile pronto riscatto della capolista Multimedica Geas Sesto San Giovanni (Galbiati 14) che si impone sul campo del pericolante Cus Cagliari (Rossi 14), nel quale ha fatto il suo esordio la new entry Lewis che ha messo a segno 6 punti.

Alle spalle della compagine sestese non perde un colpo la B&P Autoricambi Costa Masnaga (Baldelli 16) che vince nettamente il match clou di giornata sul non facile campo della Velcofin Vicenza (Zanetti 12) e precede la Ecodent Alpo Villafranca, che passa a fatica sul non facile campo de Il Carosello Carugate che mercoledì 7 marzo recupereranno il derby sul non facile campo di Vicenza.

Precedono l’Ecoprogram Castelnuovo Scrivia (Ljubenovic 17) che supera nettamente in casa le fresche vincitrici della Coppa Italia di categoria della Tecmar Crema (Nori 12) che cedono nei secondi 2 tempi incassando un pesante parziale di 33 a 12, e che ora sono staccate di 2 punti dalle piemontesi e rimangono agganciate alle milanesi de Il Ponte Casa d’Aste San Gabriele Milano (Maffenini 19 punti e 10 rimbalzi) che cedono sull’ostico campo del Giants Marghera (Toffolo-Granzotto e Pieropan 12) e mantengono 2 punti di vantaggio sulla Velcofin Vicenza sconfitta in casa dalla vice capolista Costa Masnaga.

Alle spalle della compagine berica troviamo la coppia composta da Giants Marghera che interrompe la serie positiva de Il Ponte Casa d’Aste San Gabriele Milano e la Delser Udine (Da Pozzo 12) che supera la Fassi Gru Albino (Bonvecchio 13), a sua volta raggiunta a quota 12 punti dall’Itas Alperia Bolzano (Matic 17), che supera nel delicato scontro salvezza la Techfind San Salvatore Selargius (Laccorte 16 punti, Gagliano 16 punti e 15 rimbalzi) e mantiene 2 punti di vantaggio sulla coppia Cus Cagliari e G&G International Pordenone (Smorto 16), la quale cede in casa nel derby del nord-est contro il fanalino di coda Fanola San Martino di Lupari (Fietta 20) agganciando a quota 8 punti Il Carosello Carugate.