Tempo di lettura: 2 minuti

Nella 15ª giornata, ultima del girone di andata era in programma a Costa Masnaga (LC) per l’atteso big match tra la capolista Multimedica Geas Sesto San Giovanni e la vice capolista B&P Autoricambi Costa Masnaga. Al termine di una partita combattuta ma equilibrata ha prevalso la compagine sestese per 61 a 55 trascinata dai 18 punti di Barberis, mentre per le padrone di casa non sono bastati i 20 punti di Baldelli. Grazie a questo successo le milanesi saranno la testa di serie n.1 nella Final Eight di Coppa Italia che con ogni probabilità si disputerà per la prima volta ad Alessandria ed affronteranno la compagine bolognese del Progresso Castelmaggiore (4ª classificata del girone B), mentre le lecchesi di coach Pirola giunte al 2° posto se la vedranno contro l’Adros Palermo (3ª classificata girone B).

Nell’altra partita clou di giornata netta affermazione dell’Ecodent Alpo Villafranca (Ramò e Scarsi 12) che supera la Tec-Mar Crema (Caccialanza 11). Risulta un ko meno amaro per le cremasche, perché la compagine di coach Sguaizer, grazie alla sconfitta interna di Vicenza contro Castelnuovo Scrivia, stacca il pass per la Final Eight di Coppa Italia proprio a scapito della compagine berica, che si è imposta nello scontro diretto e che si è qualificata per il miglior quoziente punti. Le scaligere se la vedranno con la neopromossa Galli San Giovanni Valdarno (2ª classificata del girone B), mentre le cremasche sono state abbinate alla USE Scotti Rosa Empoli (1ª classificata del girone B), che in settimana ha perso l’imbattibilità stagionale cedendo in casa contro La Spezia.

Passando alle altre partite come detto clamorosa sconfitta casalinga della Velcofin Vicenza (Brcaninovic 19) che cede contro l’Ecoprogram Castelnuovo Scrivia (Ljubenovic 18) e viene raggiunta anche dalla Delser Udine (Vicenzotti 24), che vince sul difficile campo del San Salvatore Selargius (Arioli e Rondinelli 16).

Alle spalle di questo quartetto troviamo le milanesi de Il Ponte Casa d’Aste San Gabriele Milano (Martelliano 14) che in rimonta e grazie ad un parziale di 4 a 25 negli ultimi 10’ passano sul non facile campo della pericolante Fanola San Martino di Lupari (Keys 25 punti ed 11 rimbalzi) e precedono le veneziane del Giants Marghera (Pastrello 15), che superano in casa la Fassi Gru Albino (Joseph 15) e staccano di 2 punti le sarde del San Salvatore Selargius, sconfitto a domicilio da Udine.

Per quanto riguarda la zona calda della classifica importante vittoria casalinga della G&G International Pordenone (Togliani 16), che si aggiudica il delicato scontro salvezza in casa contro Il Carosello Carugate (Zelnyte 14 punti ed altrettanti rimbalzi), che gli consente di agganciare la stessa compagine milanese insieme alle bergamasche della Fassi Gru Albino sconfitta a Marghera.

Appena sotto troviamo la coppia composta da Cus Cagliari ed Itas Alperia Bolzano, con le universitarie (Rossi 17) che si aggiudicano lo scontro diretto in terra altoatesina a cui non sono bastati i 23 punti di Fall; mentre chiude la classifica il Fanola San Martino di Lupari sconfitto a domicilio dal redivivo San Gabriele Milano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *