Tempo di lettura: 4 minuti

Cremona – Nella 9ª giornata di ritorno del campionato di serie A2 femminile, ancora 2 gare saltate a causa del Covid-19 e primato in classifica ben saldo nelle mani della Parking Graf Crema (Nori 21) che si aggiudica il match clou di giornata sul non facile campo de Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano (Beretta 16).

Alle spalle della formazione cremasca troviamo la Delser Crich Udine che riscatta il ko interno di sabato scorso superando in trasferta il fanalino di coda Fanola San Martino di Lupari grazie ai 14 punti di Cvijanovic, mentre per le patavine Peserico è stata l’unica in doppia cifra, autrice di 10 punti.

Alle spalle della compagine friulana continua il buon momento della Akronos Moncalieri (Berrad 19) che vince a fatica sul campo della Blackiron Carugate (Colognesi 18), con una gara da recuperare, e precede l’Autosped Castelnuovo Scrivia (Gatti 22) che solo nei 2 quarti finali piega la pericolante Edelweiss Albino (De Gianni 18).

Appena sotto la compagine piemontese continua il buon momento della Drain by Ecodem Alpo Villafranca (Conte 19) che vince di misura sul campo di Sarcedo, a cui non sono bastati gli 11 punti di Merlini. Appena sotto le scaligere troviamo le milanesi de Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano che a loro volta precedono le beriche del Vicenza, costrette ai box causa Covid-19 che ha colpito le trevigiane della Schiavon Ponzano Veneto, e che ora sono costrette a recuperare 2 partite.

Stessa situazione anche per l’inseguitrice MantovAgricoltura San Giorgio 2000, costretta allo stop forzato causa Covid-19 che le vedeva impiegate sul campo della Alperia Bolzano che al momento detiene il record di gare da recuperare, benn 4, mentre alle spalle della formazione virgiliana troviamo le vicentine del Sarcedo che sfiorano l’impresa nel derby regionale contro la Drain by Ecodem Alpo Villafranca.

A distanza troviamo la coppia composta da Schiavon Ponzano Veneto ed Alperia Bolzano, che a loro volta precedono la coppia lombarda composta da Edelweiss Albino con una gara in meno e Blackiron Carugate. In coda pare quasi spacciata la Fanola San Martino di Lupari, dopo il ko interno contro la vice capolista Delser Crich Udine, quando mancano solo 4 giornate al termine della regular season. Ora il campionato prenderà una pausa di una settimana a causa della Final Eight di Coppa Italia che si terrà dal 12 al 14 marzo a Brescia al Centro Sportivo San Filippo.


Milano – Ennesima vittoria extralarge per la capolista Parking Graf Crema che si impone nettamente sul campo della più in forma, ovvero le milanesi de Il Ponte Casa d’Aste SanGa Milano, triturata con il punteggio finale di 52 ad 80, mantenendo la testa della classifica con 2 punti di vantaggio sulla Libertas School Udine.

Per questa gara coach Stibiel deve rinunciare alle infortunate Melchiori (per lui stagione finita anzitempo dopo la rottura del legamento del crociato del ginocchio sinistro) e Zagni e schiera lo starting five composto da Nori, Gatti, Caccialanza, Rizzi e Pappalardo; mentre dall’altra coach Pinotti risponde con Toffali, Novati, Guarneri, Beretta e l’ex di turno Mandelli.

La gara vede una partenza a razzo delle cremasche che grazie ad una buona circolazione di palla si invola sul 4 a 13 al 4′ con un canestro di Pappalardo; costringendo coach Pinotti al time out riparatore. Al rientro in campo c’è una sola squadra in campo ovvero le biancoblu che bruciano la retina senza grossi problemi ed il tempo si chiude sul punteggio di 11 a 27 grazie ad un canestro di Rizzi.

Nella 2ª frazione il copione non cambia e grazie alle triple di capitan Caccialanza e Gatti ed un piazzato di Nori la Parking Graf aumenta ancor più il proprio vantaggio arrivando sino a +24 al 14′, poi dopo l’ennesimo time out chiamato da coach Pinotti le biancoblu grazie ad una difesa insuperabile ed un attacco che buca da ogni posizione nel finale con una tripla di Caccialanza ed un canestro di Pappalardo sfiora le 30 lunghezze andando al riposo sul punteggio di 18 a 47.

Al rientro dagli spogliatoi ti aspetti la reazione delle padrone di casa ed invece la Parking Graf non ancora sazia aumenta ancor più l’ampio margine e con un canestro di Gatti sfiora i 40 punti di vantaggio e chiudere il 3° tempo sul punteggio di 31 a 68.

Negli ultimi 10 minuti a gara ampiamente in cassaforte le difese prevalgono sugli attacchi e le milanesi ne approfittano per ridurre lo svantaggio chiudendo il match sul 52 ad 80 con un canestro di Toffali che insieme a Beretta hanno chiuso in doppia cifra; mentre per le cremasche da sottolineare i 21 punti di Nori Mvp della serata ed i 17 di Pappalardo.

IL PONTE CASA D’ASTE SANGA MILANO-PARKING GRAF CREMA 52-80
PARZIALI: 11-27, 18-47, 31-68

IL PONTE CASA D’ASTE SANGA MILANO: Toffali 14, Di Domenico n.e., Novati 6, Cicic 3, Guarneri, Beretta 16, Dell’Orto 5, Mandelli 2, Meroni 6, Pastore n.e., Angelini n.e., Stilo n.e. All.: Pinotti.
Nessuna uscita per 5 falli.

PARKING GRAF CREMA: Nori 21, Gatti 10, Zagni n.e., Capoferri 5, Radaelli, Caccialanza 12, Cerri 2, Parmesani n.e., Rizzi 11, Pappalardo 17, Guerrini 2. All.: Stibiel.
Nessuna uscita per 5 falli.

ARBITRI: Servillo di Perugia e Di Tommaso di Pescara.