Nelle gare di ritorno del 1° turno playoff di serie A2 femminile passano quasi tutte le big. Partiamo dal girone 1 dove il Geas Sesto San Giovanni (Schieppati 18) passa sul difficile campo della Fassi Gru Albino (Packovski 8) e vola in semifinale dove affronterà la vincente tra Rittmeyer Giants Marghera ed Infa Feba Civitanova Marche che vanno alla bella dopo la vittoria della compagine marchigiana (Ceccarelli 18) in casa contro le venete (Rosset 23), mentre a sorpresa esce la testa di serie n.2 vale a dire la Scotti Rosa Empoli (Narviciute 11 punti e 13 rimbalzi), che cede sul campo dell’Ecoprogram Castelnuovo Scrivia trascinata dalla coppia Gabba e Salvini autrici entrambe di 12 punti e con quest’ultima che ha catturato anche 13 rimbalzi ed affronterà nella parte bassa del tabellone la Banca Ethic Ferrara (Ramò 17) che supera in 2 incontri le friulane della Delser Udine (Vincenzotti 16).

Nel girone 2 cade a sorpresa la testa di serie n.1 la Matteiplast Bologna (D’Alie 14) che cede in terra veneta alla Fanola San Martino di Lupari (Keys 18 punti e 13 rimbalzi) e si giocherà l’accesso alla semifinale dove affronterà la Tecmar Crema (Picotti 16) che liquida in 2 gare nel derby lombardo le milanesi de Il Ponte Casa d’Aste San Gabriele Milano (Maffenini 18). La gara ha visto un inizio equilibrato con le 2 squadre sempre molto vicine e per i primi 2 quarti le milanesi hanno tenuto testa chiudendo in vantaggio, poi nel 3° quarto le ragazze di coach Visconti piazzano un parziale di 8 a 20 ed allungano sul 38 a 45. Nel quarto conclusivo Caccialanza e compagne respingono ogni tentativo di rimonta locale e vincono con il punteggio finale di 52 a 61.

Nella parte bassa del tabellone passa la Velcofin Vicenza (Jakovina 20 punti e 10 rimbalzi) che si impone nel derby veneto contro le scaligere dell’Ecodent Alpo Villafranca (Dzinic 26 punti e 10 rimbalzi) che affronterà le lecchesi e vincitrici della Coppa Italia della B&P Autoricambi Costa Masnaga (Baldelli 22) che a sorpresa estromettono le umbre della Ceprini Azzurra Orvieto (Mazionyte 24). Infine per quanto riguarda i playout saluta la Carpedil Salerno (Meschi 18) che davanti al pubblico amico cede contro il Cus Cagliari (Alesiani 19), mentre Club Bolzano e Defensor Viterbo si giocheranno tutto nello spareggio dopo la vittoria della compagine altoatesina davanti al pubblico amico trascinata dalla doppia doppia di Matic autrice di 14 punti e 15 rimbalzi, mentre per le laziali non sono bastati i 22 punti di Ciavarella top scorer della serata.