Tempo di lettura: 4 minuti

Cremona – Chiusura in bellezza del girone di andata per la Ju.Vi. Ferraroni Cremona che dopo la storica qualificazione alla Final eight di Coppa Italia ha visto i gigliati superare al PalaRadi i piacentini della Alberti & Santi Fiorenzuola d’Arda con il punteggio finale di 79 a 64, mantenendo la 2ª posizione a soli 2 punti dalla capolista Cividale del Friuli.

Privo di Tonello e Gobbato, coach Crotti, reduce dalla vittoria casalinga nel recupero contro Bergamo, schiera lo starting five composto da Milovanovikj, Nasello, Fumagalli, Preti e Bona; mentre dall’altra parte coach Galetti, reduce dal ko interno nel posticipo infrasettimanale con Mestre, deve rinunciare a capitan Galli e risponde con Filippini, Rubbini, Alibegovic, Livelli e Ricci.

La gara dopo il canestro iniziale di Filippini vede i cremonesi con una tripla portarsi a +7 sul 12 a 5 con una tripla di Milovanovikj che costringe coach Galetti al time out. Alla ripresa del gioco i piacentini si rifanno sotto prima di un altro mini allungo juvino con Fumagalli che sigla il 18 a 10 prima di un parziale di 0 a 9 ospite a firma di Rubbini ed Alibegovic che regalano l’ultimo vantaggio esterno sul 18 a 19; sul capovolgimento di fronte Preti dall’arco chiude il 1° periodo sul punteggio di 21 a 19. Nella 2ª frazione la Ferraroni prova l’allungo ma senza riuscirvi, ma nella seconda parte complice anche le scarse rotazioni ospiti allunga sino a toccare la doppia cifra di vantaggio e Fumagalli sigla il 43 a 31 di metà gara.

Al rientro dagli spogliatoi la Ferraroni domina nelle due parti del campo e minuto dopo minuto il gap tra le due formazioni diventa incolmabile e grazie alle triple di Preti e Sipala arriva a +21, mentre il 3° periodo si chiude con i tiri liberi di Rubbini per il 63 a 44 del 30’. Gli ultimi 10’ vedono i cremonesi arrivare al massimo vantaggio sul 69 a 46 al 34’ con un canestro di Sipala; poi tirano i remi in barca con gli ospiti che ne approfittano per accorciare seppur di poco il divario arrivando a -16 con Alibegovic ma nei secondi finali botta e risposta tra Milovanovikj (tripla) e Cipriani che grazie ad un gioco da 4 punti fissa il 79 a 64 finale.

JU.VI. FERRARONI CREMONA-ALBERTI & SANTI FIORENZUOLA D’ARDA 79-64
PARZIALI: 21-19, 43-31, 63-44
JU.VI. FERRARONI CREMONA: Milovanovikj 14, Bona 13, Nasello 14, Fumagalli 6, Preti 14, Giulietti 8, De Martin, Sipala 10, Vacchelli, Zoccoli. All.: Crotti.
Nessuno uscito per 5 falli.
ALBERTI & SANTI FIORENZUOLA D’ARDA: Filippini 2, Rubbini 15, Alibegovic 11, Livelli 9, Ricci 9, Boriani n.e., Cipriani 6, Avonto 3, Bracci 5, Superina n.e., Jovanovic 4. All.: Galetti.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Scarfò di Palmi (RC) e Nocera di Cosenza.


Crema (Cremona) – Pesante e grave sconfitta interna per la Green Up Crema che dopo essere stata avanti di 13 lunghezze e condotto per ¾ di gara cede contro il fanalino di coda Lissone Interni Bernareggio che si impone alla Cremonesi con il punteggio finale di 74 a 78, e riapre i giochi in coda alla classifica.

Per questa gara coach Ghizzinardi schiera lo starting five composto da Cernivani, Seck, Montanari, Venturoli ed Esposito; mentre dall’altra parte coach Micheloni risponde con la new entry Ingrosso, Gatti, Cappelletti, Quartieri e l’ex Di Meco.

La gara dopo un inizio equilibrato vede i rosanero allungare seppur di poco portandosi a +5, ma Bernareggio non molla e nei secondi finali con Adamu ed Almansi ribalta il punteggio chiudendo a +2 sul punteggio di 20 a 22. Nella 2ª frazione si continua in sostanziale equilibrio con una serie di sorpassi e controsorpassi, poi i i padroni di casa piazzano un parziale di 12 a 0 involandosi sul 46 a 33 con un canestro di Ziviani, ma non riescono a chiudere e gli ospiti con Quartieri ed Ingrosso recuperano metà dello svantaggio che gli permette di andare al riposo con 2 possessi pieni da recuperare sul punteggio di 46 a 40.

Al rientro dagli spogliatoi Seck con 2 tiri liberi riporta la Green Up a +13 sul 55 a 42 al 24’, ma a questo punto ai padroni di casa comincia a spegnersi. Bernareggio ne approfitta e con l’ex Di Meco riporta i biancorossi a -3 prima dei 2 tiri liberi di Cernivani che chiudono la 3ª frazione sul risultato di 62 a 57. L’ultimo quarto inizia con le triple di Marra ed Almansi che riportano avanti Bernareggio sul 62 a 63, costringendo coach Ghizzinardi al time out. Alla ripresa del gioco Esposito con 2 tiri liberi regala l’ultimo vantaggio interno sul 64 a 63, poi gli ospiti allungano sino a toccare le 7 lunghezze di vantaggio al 38’ con una tripla di Ingrosso. Nel finale la Green Up si riprende e Cernivani a 46” dalla fine sigla il -1, ma nei secondi conclusivi prima Venturoli e poco dopo Esposito sbagliano il match e sul capovolgimento di fronte Almansi a 5” dalla fine infila la tripla del 74 a 78 finale.

GREEN UP CREMA-LISSONE INTERNI BERNAREGGIO 74-78
PARZIALI: 20-22, 46-40, 62-57
GREEN UP CREMA: Cernivani 15, Seck 16, Montanari 16, Venturoli 12, Esposito 2, Ziviani 4, Mercado Sanchez n.e., Guerini n.e., Bianconi 9, Konteh, Carinelli n.e., Del Sorbo. All.: Ghizzinardi.
Nessuno uscito per 5 falli.
LISSONE INTERNI BERNAREGGIO: Ingrosso 17, Gatti 13, Cappelletti 13, Quartieri 7, Di Meco 6, Marra 3, Issa n.e., Giorgetti, Adamu 2, Lanzi, Pirola 1, Almansi 16. All.: Micheloni.
Uscito per 5 falli: Marra 38’ (69-76) e fallo tecnico a Gatti 28’ (57-53).
ARBITRI: Occhiuzzi di Trieste e Bragagnolo di Codroipo (UD).