Nella 4ª giornata di andata del campionato di serie B maschile girone B2 in attesa del recupero del match tra Elachem Vigevano e Bakery Piacenza che stabilirà il titolo di campione d’inverno, troviamo al comando la coppia pavese-piacentina. I primi grazie ai 16 punti di Rossi si impongono in trasferta nel derby lombardo sul campo della Missoltino.it Olginate (Giannini 16) sulla quale siedeva il nuovo coach Oldoini in settimana subentrato all’esonerato Contigiani. Sulla stessa lunghezza d’onda dei ducali la Bakery Piacenza (Planezio 17) che in trasferta ha demolito la Riso Scotti Pavia (Nasello 19).

Alle spalle della coppia di testa troviamo il terzetto composto da Ju.Vi. Ferraroni Cremona, Mg.K.Vis Piadena e Coelsanus Varese. I cremonesi (Bona 9) cadono a sorpresa in casa contro una non irresistibile Coelsanus Varese (Calzavara 27) che in settimana si era imposta nettamente nel recupero contro la Mg.K.Vis Piadena. Insieme alla compagine cremonese e varesina troviamo proprio la formazione casalasca che trascinata da capitan Tinsley autore di 21 punti con un immacolato 7 su 7 al tiro si aggiudica lo scontro diretto sul campo della Alberti & Santi Fiorenzuola d’Arda (Galli 17) che rimane ferma a quota 2 punti in compagnia della Riso Scotti Pavia e della Missoltino.it Olginate.

Cremona – Una irriconoscibile Ju.Vi. Ferraroni Cremona bagna nel peggiore dei modi le nuove divise e viene sconfitta per la 2ª volta consecutiva in casa dalla non irresistibile Coelsanus Varese che si conferma bestia nera delle cremonesi. Dopo aver vinto il recupero in casa contro la Mg.K.Vis Piadena, la formazione di coach Saibene si impone al PalaRadi contro una Ferraroni a dir poco imbarazzante con il punteggio finale di 54 a 71 e con questo successo aggancia in classifica la formazione juvina.

Per questa gara coach Lottici è costretto a rinunciare all’infortunato Bassi e a capitan Vacchelli che è a mezzo servizio parte dalla panchina, e schiera lo starting five composto da Crescenzi, Bona, Klyuchnyk, Mercante ed Antrops; mentre dall’altra parte coach Saibene ancora privo degli infortunati Allegretti, Maruca ed Antonelli a mezzo servizio risponde con Assui, Gergati, Trentini, Boev e Calzavara, che al termine del match risulterà il migliore in campo con 27 punti insieme al compagno di squadra Ivanaj autore di 20 punti.

La gara vede un inizio equilibrato con i cremonesi che con Mercante mettono la testa avanti al 4′ sul punteggio di 9 a 7, poi il match procede con gli ospiti sempre avanti e nel finale Macchi spinge i prealpini a +7, mentre sul capovolgimento di fronte un canestro di Masciarelli chiude il 1° minitempo sul risultato di 16 a 21. Nel 2° periodo parte bene la Ferraroni che concede poco o nulla agli avversari e Korsunov regala il nuovo sorpasso cremonese sul 24 a 22, poi Mercante spinge i gigliati a +5, ma a questo punto i padroni di casa rimangono senza benzina e la Coelsanus con Calzavara agguantano il pareggio e si va all’intervallo lungo sul punteggio in perfetta parità a quota 30.

Al rientro dagli spogliatoi la Ferraroni smarrisce la via del canestro e gli ospiti ne approfittano con Calzavara ed Ivanaj per portarsi a +8 sul 30 a 38 al 23′, ma gli amaranto-oro non ci stanno e con Varaschin e Bona si riportano a 2 possessi pieni sul 34 a 40 al 25′, ma poco dopo subiscono un minibreak di 0 a 7 e con l’immarcabile Ivanaj volano a +13, mentre il 3° periodo si chiude sul punteggio di 41 a 51 grazie a 2 tiri liberi di un irriconoscibile Bona autore di un rivedibile e raggellante 2 su 11 al tiro. All’inizio dell’ultima frazione Antrops si fa fischiare un fallo tecnico, poi gli ospiti approfittano della giornata no al tiro della Ferraroni per piazzare l’allungo decisivo e grazie a 4 triple consecutive volano a +17 mettendo la parola fine al match con ampio anticipo. Il finale è puro garbage time con i varesini che amministrano bene il proprio vantaggio e si chiude con i cremonesi (nessuno in doppia cifra), uscire malinconicamente a testa china dal campo e con capitan Vacchelli sanzionato anch’egli con un fallo tecnico.

JU.VI. FERRARONI CREMONA 1952-COELSANUS VARESE 54-71
PARZIALI: 16-21, 30-30, 41-51
JU.VI. FERRARONI CREMONA 1952: Crescenzi 2, Bona 9, Klyuchnyk 8, Mercante 8, Antrops 5, Masciarelli 3, Giulietti n.e., Vacchelli 3, Bonavida n.e., Milovanovikj, Varaschin 8, Korsunov 8. All.: Lottici.
Uscito per 5 falli: Antrops 37′ (49-64), falli tecnici ad Antrops 31′ (41-51) e Vacchelli 38′ (52-66).
COELSANUS VARESE: Assui 2, Gergati 9, Trentini 6, Boev 2, Calzavara 27, Magugliani n.e., Macchi 5, Antonelli n.e., Albique, Veronesi, Ivanaj 20. All.: Saibene.
Uscito per 5 falli: Macchi 38′ (52-68).
ARBITRI: Curreli e Mulas di Quartu Sant’Elena (CA).

Fiorenzuola d’Arda (PC) – Immediato riscatto della Mg.K.Vis Piadena che in terra piacentina supera i padroni di casa della Alberti & Santi Fiorenzuola d’Arda con il punteggio finale di 80 a 93 e sale a 4 punti in classifica agganciando la Ju.Vi. Ferraroni Cremona e la Coelsanus Varese, con quest’ultima che si è aggiudicata lo scontro diretto svoltosi al PalaRadi di Cremona.

Per questa gara coach Tritto schiera lo starting five composto da Calò, Chinellato, De Bettin, Malagoli e Motta; mentre dall’altra parte coach Galetti risponde con Galli, Fowler, Allodi, Bracci e Maggiotto.

La gara vede un inizio sostanzialmente equilibrato con leggeri vantaggi ospiti, poi nel finale Strautmanis, Arienti con una tripla e De Bettin con 2 tiri liberi chiudono la 1ª frazione sul punteggio di 15 a 23. Nel 2° periodo la Mg.K.Vis con una tripla di Arienti arriva a +11 sul 19 a 30 al 13’, poi come era accaduto nel recupero infrasettimanale a Varese subisce il ritorno dei padroni di casa che piazzano un parziale di 15 a zero ed al 17’ il punteggio è di 34 a 30 con un canestro di Brighi. Negli ultimi 3’ si procede punto a punto con gli ospiti che mantengono un leggero vantaggio e si va all’intervallo sul risultato di 42 a 38.

Al rientro dagli spogliatoi si procede ancora in equilibrio per alcuni minuti, poi la Mg.K.Vis grazie alla precisione chirurgica dalla lunga distanza (alla fine sarà su positivo 14 su 20 nelle triple) allunga e Chinellato sigla il 60 a 72 al 30’. Nell’ultima frazione capitan Tinsley con una tripla spinge gli ospiti al massimo vantaggio del match sul 60 a 75, poi la Alberti & Santi prova a rientrare arrivando sino a -10 con Maggiotto ed Allodi, ma sul capovolgimento di fronte Motta con una tripla spegne le speranze di rimonta piacentine ed il match si chiude sul punteggio finale di 80 a 93. Mvp della serata capitan Thomas Tinsley che partito dalla partita ha chiuso con 21 punti in 25’ di impiego con 1 su 1 da 2 punti, 6 su 6 da 3 punti ed 1 su 2 dalla lunetta; ma non è stato da meno il giovane Arienti che ha chiuso con 15 ed un positivo 6 su 9 al tiro.

ALBERTI & SANTI FIORENZUOLA D’ARDA 1972 – MG.K.VIS PIADENA: 80 a 93
ALBERTI & SANTI FIORENZUOLA D’ARDA 1972: Galli 17, Fowler 1, Allodi 15, Bracci 6, Maggiotto 16, Livelli 10, Rigoni, Zucchi n.e., Fellegara n.e., Bussolo, Brighi 11, Ricci 4. All.: Galetti.
Uscito per 5 falli: Brighi 40’ (80-92).
MG.K.VIS PIADENA: Calò 2, Chinellato 13, De Bettin 12, Malagoli 8, Motta 14, Cavagnini, Trevisi n.e., Tinsley 21, Malaggi n.e., Arienti 15, Ferrazzi n.e., Strautmanis 8. All.: Tritto.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Meli di Ravenna ed Alessi di Lugo di Romagna (RA).