Tempo di lettura: 3 minuti

Nella 1ª giornata di ritorno del campionato di serie B girone B1 dominio del fattore campo con 4 vittorie casalinghe su 4. Al comando troviamo la coppia composta da Moncada Group Agrigento e la sorprendente Allianz Bank Bologna. I siciliani (Saccaggi 23) superano nel testa coda La Mantia Group Palermo (Boffelli 18), mentre gli emiliani (Conti 22) si impongono nel match clou di giornata contro la Keos Ragusa (Sorrentino 14) che cede nel finale.

Alle spalle della coppia sicula-emiliana troviamo la coppia composta da Green Up Crema e Vaporart Bernareggio. I leoni indomabili (Arrigoni e Trentin 21) sul campo neutro di Piadena pur privi di Pederzini e Leardini piegano senza problemi la pericolante Ltc Sangiorgese (Picarelli 9), mentre i brianzoli (Quartieri 25) privi dello squalificato Laudoni piegano nel finale una positiva Fidelia Torrenova (Gloria 23). Appena sotto la coppia lombarda troviamo la Keos Ragusa sconfitta sul campo della capolista Allianz Bank Bologna e precede la Fidelia Torrenova, mentre a quota 4 punti troviamo la Ltc Sangiorgese che precede il fanalino di coda La Mantia Group Palermo.

Piadena (Cremona) – Immediato riscatto della Green Up Crema che sul campo neutro di Piadena causa squalifica della Cremonesi dopo la fine gara del match con Bernareggio si impone nettamente contro la pericolante Ltc Sangiorgese con il punteggio finale di 75 a 52, e rimane agganciata al treno delle migliori.

Per questa gara coach Eliantonio deve fare a meno del solito Perez, Pederzini e di Leardini in panchina per onor di firma e schiera lo starting five composto da Montanari, Venturoli, Tommaso Bianchi, Arrigoni e Trentini; mentre dall’altra parte coach Quilici risponde con Picarelli, Berra, Bargnesi, Sebastiano Bianchi e Toso.

La gara dopo l’iniziale ed unico vantaggio esterno con Berra vede un mini allungo della Green Up che con una tripla di Montanari si invola sul 10 a 2 al 5′, ma gli ospiti non mollano e grazie ai canestri di Picarelli ed una tripla di Bargnesi si riportano a -5, ma nel finale 2 tiri liberi di Arrigoni ed altrettanti di Drocker chiudono i primi 10′ sul punteggio di 22 a 13. Nel 2° periodo due canestri consecutivi di Berra riportano la Ltc a -5 con coach Eliantonio costretto al time out; ma alla ripresa del gioco 2 triple in rapida successione di Tommaso Bianchi e del solito Montanari riportano la Green Up a sfiorare la doppia cifra di vantaggio sul punteggio di 28 a 19 al 16′, costringendo coach Quilici al time out riparatore. Alla ripresa del gioco si scatenano i lunghi Arrigoni e Trentin e la Green Up riallunga andando al riposo con 16 lunghezze sul risultato di 38 a 22.

Al rientro dagli spogliatoi si fatica a segnare complice le buone difese di entrambe le squadre, ma poco dopo la metà della 3ª frazione la Green Up allunga ancora arrivando a toccare un vantaggio di 25 lunghezze con una tripla di Venturoli, ma sul capovolgimento di fronte Dushi chiude il 3° tempo sul punteggio di 60 a 37. Negli ultimi 10′ la Green Up amministra bene il vantaggio arrivando +26 sul punteggio di 69 a 43 con una tripla di Tommaso Bianchi; gli ultimi minuti sono una pura formalità per i rosanero con coach Eliantonio che mette in campo i giovani Donati e Bonvini che mettono a segno i primi punti stagionali.

GREEN UP CREMA-LTC SANGIORGESE 75-52
PARZIALI: 22-13, 38-22, 60-37
GREEN UP CREMA: Leardini n.e., Montanari 9, Venturoli 6, T.Bianchi 9, Arrigoni 21, Donati 2, Bonvini 2, Dosen, Del Sorbo, Drocker 5, Trentin 21. All.: Eliantonio.
Nessuno uscito per 5 falli.
LTC SANGIORGESE: Artuso, Picarelli 9, Bassani n.e., Codato, Fragonara 4, Berra 8, Bargnesi 7, Malkic 7, Dushi 5, Baggi 2, Toso 6. All.: Quilici.
Nessuno uscito per 5 falli, fallo tecnico alla panchina 29′ (54-33).
ARBITRI: Alessi di Lugo di Romagna (RA) e Meli di Ravenna.