Tempo di lettura: 6 minuti

Nella 7ª giornata di andata di serie B maschile girone B continua la marcia al comando dell’imbattuta Gemini Mestre (Bortolin 19) che passa anche sull’ostico campo della Agostani Caffè Olginate (L.Brambilla 17) e mantiene 2 punti di vantaggio sull’inseguitrice Gesteco Cividale del Friuli (Cassese ed Ohenhen 11) che, grazie ad un parziale di 7 a 23 negli ultimi 10 minuti, si impone in trasferta sul campo del fanalino di coda LuxArm Lumezzane (Mastrangelo e Fossati 13).

All’inseguimento della compagine carnica troviamo il quartetto composto da Tenuta Belcorvo Rucker San Vendemiano (Verri 18) che vince facile contro i brianzoli del Lissone Interni Bernareggio (Quartieri 20), Alberti & Santi Fiorenzuola d’Arda (Filippini 27) che passa sul campo della Green Up Crema (Venturoli 20), Juvi Ferraroni Cremona (Gobbato 16) che vince nettamente il match clou di giornata contro la Civitus Allianz Vicenza (Cecchetti 19) e WithU Bergamo (Ihedioha 24) che si impone senza problemi nel derby lombardo contro la Rimadesio (Giarelli 17).

A quota 8 punti solitaria la Civitus Allianz Vicenza che a sua volta precede il quartetto composto da Rimadesio sconfitto a Bergamo, Pontoni Monfalcone (Prandin 18) che passa senza grossi problemi sul campo della neopromossa Secis Jesolo (Rossi-Favaretto e Bovo 8) e Agostani Caffè Olginate sconfitta tra le mura amiche dalla capolista Gemini Mestre.

Appena sotto troviamo la coppia composta da Green Up Crema che viene agganciata in classifica dalla Antenore Energia Padova (Lovisotto 20) che si aggiudica il delicato scontro salvezza sul campo della Allianz Bank Bologna 2016 (Galassi 24) che a sua volta rimane ferma a quota 2 punti al pari di Lissone Interni Bernareggio e LuxArm Lumezzane.


Cremona – Pronto riscatto per la Juvi Ferraroni Cremona che reduce dal ko esterno sul campo di Cividale del Friuli si impone davanti al pubblico di casa del PalaRadi dopo l’esilio forzato causa la squalifica del campo per 2 giornate sul campo di Curtatone (MN) imponendosi nel match clou di giornata contro la Civitus Allianz Vicenza con il netto punteggio finale di 77 a 52.

Per questa gara coach Crotti recupera seppur non ancora al 100% Bona, che parte dalla panchina, e con Milovanovikj schiera lo starting five insieme a Nasello, Fumagalli, Preti e Gobbato. Dall’altra parte coach Ciocca reduce da una miniserie positiva risponde con Mazzucchelli, Piccone, Petracca, Cecchetti e Chiti.

La gara si mette subito in salita per i gigliati, che si presentavano ai tifosi con le nuove divise, perché i berici trascinati dal lungo Cecchetti guadagnano un vantaggio intorno alle 10 lunghezze; nel finale i padroni di casa grazie ad un canestro di Giulietti si riportano ad un possesso pieno di distanza chiudendo a -3 sul punteggio di 13 a 16. Nel 2° quarto un canestro di Preti regala il primo vantaggio interno sul 20 a 19, poi si continua con leggeri vantaggi e nel finale Gobbato e Fumagalli mandano le squadre all’intervallo sul punteggio di 34 a 30.

Al rientro dagli spogliatoi la Ferraroni cambia decisamente passo e grazie a 3 triple in rapida successione di Gobbato, Preti e Fumagalli ed un piazzato di Nasello piazza un parziale di 13 a 0, costringendo coach Ciocca al time out riparatore sul punteggio di 47 a 30. Rientrati in campo Petracca con 5 punti consecutivi riavvicina i berici, e stavolta è coach Crotti a chiamare il time out; ma alla ripresa del gioco ancora una volta i cremonesi riallungano e Bona con una tripla spinge i gigliati a +20, ma sul ribaltamento di fronte è Cecchetti a tenere in vita i vicentini ed il 3° periodo si chiude sul punteggio di 59 a 41. L’ultima frazione è ancora di marca juvina e nel giro di pochi minuti vola sino a +25, mettendo in cassaforte la gara; nella lunga attesa di fine partita coach Crotti getta nella mischia i giovani Tonello, che metterà a segno 5 punti,  e Zoccoli, De Martin e Boni ma i vicentini con Cecchetti e Piccone non riescono a scalfire l’impenetrabile difesa cremonese che chiude con il netto punteggio finale di 77 a 52.

JU.VI. FERRARONI CREMONA-CIVITUS ALLIANZ VICENZA 77-52
PARZIALI: 13-16, 34-30, 59-41
JU.VI. FERRARONI CREMONA: Boni, De Martin, Milovanovikj 4, Bona 9, Nasello 8, Tonello 5, Fumagalli 14, Vacchelli 2, Giulietti 7, Preti 12, Zoccoli, Gobbato 16. All.: Crotti.
Nessuno uscito per 5 falli.
CIVITUS ALLIANZ VICENZA: Mazzucchelli 9, Bastone 2, Piccone 8, Basso, Massignan n.e., Petracca 5, Rigon n.e., Sebastianelli 5, Piccoli 4, Cecchetti 19, Chiti. All.: Ciocca.
Nessuno uscito per 5 falli, fallo antisportivo a Sebastianelli 33′ (63-41).
ARBITRI: Venturini di Lucca e Cirinei di Pisa.


Crema (CR) – Continua la serie negativa per la Green Up Crema che davanti al pubblico amico nonostante un ultimo quarto da urlo è costretta a cedere contro la sorprendente Alberti & Santi Fiorenzuola d’Arda che vìola la Cremonesi con il punteggio finale di 75 a 79, gettando negli inferi la compagine rosanero.

Priva dell’infortunato Kontek e con Del Sorbo e Seck non al meglio coach Ghizzinardi schiera lo starting five Venturoli, Luca Montanari, Cernivani, Esposito e lo stesso Seck; mentre dall’altra parte coach Galetti risponde con Filippini, Ricci, Rubbini, Alibegovic ed Avonto.

Parte bene Crema che trascinata da Venturoli autore di 2 triple si porta avanti sull’11 a 5 al 4′, ma la risposta ospite non si fa attendere e trascinata da Rubbini e Filippini Fiorenzuola si riporta a -1, poi si continua con leggeri vantaggi interni sino al 9′ quando una tripla di Livelli regala il primo vantaggio piacentino, ma nei secondi finali 2 canestri in successione di Venturoli chiudono la 1ª frazione sul punteggio di 25 a 24. Ad inizio 2° periodo una tripla di Cipriani riporta avanti i valdardesi ma con 5 punti consecutivi Crema ribalta il punteggio sul 32 a 29. La gioia è però di breve durata perché a questo punto l’inerzia passa nelle mani degli ospiti che nei secondi finali con l’Mvp Filippini sfiorano le 10 lunghezze di vantaggio andando al riposo sul punteggio di 35 a 44.

Al rientro dagli spogliatoi la Green Up prova a rialzare la testa, ma Fiorenzuola con l’immarcabile Filippini si invola a +13, ma a questo punto i rosanero tirano fuori l’orgoglio e trascinati da Ziviani e capitan Del Sorbo si riportano a -7, ma sul capovolgimento di fronte Livelli chiude la 3ª frazione sul punteggio di 52 a 61. L’ultima frazione parte subito con la tripla di Cipriani che riporta i piacentini sulla doppia cifra di vantaggio ma Crema non resta a guardare e trascinata dalla coppia Luca Montanari-Ziviani piazza un parziale di 16 a 3 ed al 34′ opera il sorpasso sul 68 a 67. Il match continua con le due squadre sempre a contatto e si arriva agli ultimi 56” con Crema avanti di una sola lunghezza e palla in mano a Del Sorbo che sbaglia la tripla del possibile +4. Dalla possibile vittoria scacciacrisi cremasca ne approfitta la Alberti & Santi che con Filippini e Rubbini ribaltano il match come un calzino facendo masticare amaro Crema, ancora una volta condannata dai propri errori.

GREEN UP CREMA-ALBERTI & SANTI FIORENZUOLA D’ARDA 75-79
PARZIALI: 25-24, 35-44, 52-61
GREEN UP CREMA: L.Montanari 10, Bianconi 13, F.Montanari, Del Sorbo 2, Cernivani 13, Sacchelli n.e., Mercado Sanchez n.e., Galvano n.e., Esposito 3, Seck, Ziviani 14, Venturoli 20. All.: Ghizzinardi.
Uscito per 5 falli: Bianconi 40′ (75-76).
ALBERTI & SANTI FIORENZUOLA D’ARDA: Filippini 27, Ricci 3, Cipriani 12, Jovanovic 2, Alibegovic 7, Rubbini 7, Livelli 12, Bussolo n.e., Superina n.e., Galli 6, Bracci 3, Avonto. All.: Galetti.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Silvestri e Gai di Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome