Tempo di lettura: 6 minuti

Nella 3ª giornata continua la marcia al comando della coppia Bakery Piacenza e Moncada Group Agrigento, che reduci dalle vittorie nel turno infrasettimanale contro Green Up Crema (in trasferta) e Ju.Vi. Ferraroni Cremona (in casa) scavano un solco quasi definitivo.

I piacentini (Udom 22) vincono facilmente in casa contro la Keos Ragusa (Iurato 18), mentre i siciliani (Rotondo 20) passano nel finale sull’ostico campo della Elachem Vigevano (Tassone 14) nel match clou di giornata, nella quale ha esordito tra le fila dei ducali il nuovo acquisto Borsato, proveniente dai Tigers Cesena.

A pari merito con la compagine pavese troviamo anche la Vaporart Bernareggio (Almansi e Gatti 15) che vincono facilmente il derby lombardo sul campo della Coelsanus Varese (Maruca 15). Appena sotto la coppia pavese-brianzola troviamo la coppia composta da Green Up Crema e Riso Scotti Pavia che si sono affrontate nello scontro diretto che ha visto prevalere la compagine cremasca, trascinata dai 18 punti di Arrigoni ed i 16 punti della coppia Pederzini-Montanari, con quest’ultimo che ha realizzato i 2 tiri liberi decisivi nel convulso finale, mentre per i pavesi non sono bastati i 19 punti dell’immarcabile Donadoni ed i 17 di Torgano.

A chiudere la zona playoff troviamo la coppia composta da Ju.Vi. Ferraroni Cremona ed Allianz Bank Bologna: anch’esse si sono affrontate nello scontro diretto e che ha visto prevalere la compagine gigliata trascinata dai 18 punti del solito Bona ed altri 4 juvini in doppia cifra; mentre per i felsinei buona prova di Fontecchio autore di 17 punti.

Alle spalle della coppia lombarda-emiliana troviamo il terzetto composto da Missoltino.it Olginate, Keos Ragusa e Coelsanus Varese. I lecchesi sono ancora fermi al palo causa Covid-19, mentre i siciliani cedono nettamente sul campo della capolista Bakery Piacenza, i varesini invece, cedono di schianto tra le mura amiche nel derby lombardo contro la Vaporart Bernareggio, mantenendo 2 punti di vantaggio sul terzetto composto da Ltc Sangiorgese, anch’essa ferma al palo causa Covid-19, Fidelia Torrenova e la Alberti & Santi Fiorenzuola, con quest’ultime due che si sono affrontate in un delicato scontro in chiave salvezza: al termine di un match equilibrato e combattuto l’ha spuntata la compagine siciliana trascinata dai 25 punti di Di Viccaro top scorer del match, mentre per i piacentini buona prova di Livelli autore di 23 punti.

Appena sotto troviamo la Mg.K.Vis, anch’essa ferma al palo causa Covid-19, mentre in coda troviamo i siciliani de la Mantia Group Palermo che ha dovuto rinviare il match esterno proprio sul campo casalasco.


Cremona – Pronto riscatto della Ju.Vi. Ferraroni Cremona che davanti al pubblico amico supera al PalaRadi gli emiliani dell’Allianz Bank Bologna con il punteggio finale di 85 a 73, ed aggancia in classifica la compagine felsinea. Per questa gara coach Crotti schiera lo starting five composto da Masciarelli, Bona, Mercante, Antrops e Touré; mentre dall’altra parte coach Rota risponde con Soviero, Fin, Graziani, Guerri e Bianco. La gara dopo un inizio punto a punto con le squadre che si alternano al comando rimane equilibrata sino al 12 a 10, poi i gigliati con Bona e Varaschin piazza un parziale di 12 a zero ed il 1° periodo si chiude sul punteggio di 24 a 10. Nel 2° quarto continua il buon momento dei padroni di casa che mantengono sempre a distanza gli ospiti ed il divario non scende mai sotto le 10 lunghezze e senza problemi si va al riposo sul punteggio di 39 a 28.

Al rientro dagli spogliatoi i cremonesi continuano a spingere e trascinati dalla coppia Bona-Antrops allungano sino a toccare le 20 lunghezze di vantaggio con una tripla (l’unica della serata) di Bona e successivamente capitan Vacchelli non sfrutta al meglio il fallo tecnico sanzionato alla panchina ospite, ma nonostante tutto riesce ad avere ancora un buon vamtaggio chiudendo la 3ª frazione sul punteggio di 67 a 49. Nell’ultimo periodo la Ferraroni tira i remi in barca e l’Allianz recupera punto su punto arrivando a -8 al 38′ con una tripla del giovane Albertini sull’81 a 73, poi un canestro di Varaschin ed i tiri liberi di Masciarelli chiudono il match sull’85 a 73 finale.

JU.VI. FERRARONI CREMONA-ALLIANZ BANK BOLOGNA 85-73
PARZIALI: 24-10, 39-28, 67-49

JU.VI. FERRARONI CREMONA: Masciarelli 9, Bona 18, Mercante 14, Antrops 17, Touré 11, Bassi, Giulietti, Vacchelli 2, Bonavida 3, Milovanovikj n.e., Varaschin 11, Crescenzi n.e. All.: Crotti.
Nessuno uscito per 5 falli.

ALLIANZ BANK BOLOGNA: Soviero 4, Fin 14, Graziani 6, Guerri, Bianco 3, Beretta 10, Felici 12, Albertini 7, Trepiccione n.e., Fontecchio 17, Besozzi, Costantini. All.: Rota.
Uscito per 5 falli: Soviero 39′ (83-73), fallo tecnico alla panchina 27′ (58-38).

ARBITRI: Attard di Firenze e Luchi di Prato.


Pavia – Importante vittoria esterna in chiave playoff per la Green Up Crema che reduce dal ko interno contro la corazzata Bakery Piacenza supera nel finale una positiva Riso Scotti Pavia reduce da 7 vittorie consecutive con il punteggio finale di 73 a 78, al termine di un match combattuto ed equilibrato deciso nei secondi finali. Per questa gara coach Eliantonio recupera Leardini e schiera lo starting five composto da Venturoli, Pederzini, Arrigoni, Dosen e Drocker; mentre dall’altra parte coach Di Bella risponde con Rossi, Donadoni, Nasello, Piazza e Torgano. La gara vede un inizio equilibrato con le due compagini che si alternano in testa per tutto il quarto dove si ergono a protagonisti Donadoni per i pavesi e Montanari per i cremaschi ed il quarto si chiude con il leggero vantaggio locale sul punteggio di 19 a 17, grazie ad un canestro di Dessì. Nel 2° periodo una tripla di capitan Del Sorbo riporta avanti i rosanero che poco dopo sull’asse Drocker-Dosen arrivano a toccare un vantaggio di 5 lunghezze ma la Riso Scotti non molla e con Nasello, Donadoni e Rossi piazza un minibreak di 6 a zero riportando avanti i suoi sul 30 a 29. Nel finale Pederzini, Venturoli e Trentin riportano la Green Up a +6, ma sul capovolgimento di fronte Piazza con 2 tiri liberi manda le squadre al riposo sul risultato di 32 a 36.

Al rientro dagli spogliatoi parte forte la compagine di coach Eliantonio e sull’asse Pederzini-Venturoli i leoni indomabili si portano a +9 sul 34 a 43 al 23′, ma i padroni di casa non cedono e trascinati dall’immarcabile Donadoni e da una tripla di Piazza si riportano a -4 al 25′. Nel finale Crema mantiene sempre un leggero vantaggio che gli permette di chiudere il 3°tempo sul punteggio di 52 a 56. L’inizio dell’ultimo quarto è da urlo con un botta e risposta tra Montanari e Pederzini per i rosanero e per i pavesi con D’Alessandro e Torgano con quest’ultimo che al 33′ infila la tripla del 61 pari, costringendo gli ospiti a ricominciare tutto da capo. La gara è bella e piacevole con la Green Up che mantiene sempre un leggero vantaggio e nei secondi finali una tripla di D’Alessandro riavvicina i suoi a -3 a 4” dalla fine; ma sul capovolgimento di fronte Montanari con 2 tiri liberi di Montanari mettono la parola fine al match che si chiude sul punteggio di 73 a 78. Grazie a questo successo la Green Up aggancia Pavia a quota 20 punti ed in attesa del recupero del match esterno sul campo della Missoltino.it Olginate si mantiene sempre in corsa per i playoff.

RISO SCOTTI PAVIA-GREEN UP CREMA 73-78
PARZIALI: 19-17, 32-36, 52-56

RISO SCOTTI PAVIA: Saladini, Bencivenni n.e., Rossi 6, D’Alessandro 11, Donadoni 19, Ciocca n.e., Dessì 2, Nasello 6, Piazza 12, Torgano 17. All.: Di Bella.
Usciti per 5 falli: Piazza 40′ (70-74) e Nasello 40′ (73-76).

GREEN UP CREMA: Leardini n.e., Montanari 16, Venturoli 6, Pederzini 16, Arrigoni 18, Bonvini n.e., Dosen 4, Del Sorbo 8, Drocker 2, Perez, Trentin 8. All.: Eliantonio.
Nessuno uscito per 5 falli.

ARBITRI: Marzo di Lecce e Caldarola di Ruvo di Puglia (BA).