Tempo di lettura: 6 minuti

Nella 3ª giornata di ritorno leggero dominio del fattore campo con 5 vittorie interne su 8. Al comando con una sola sconfitta all’attivo la Gesteco Cividale del Friuli (Chiera 24) che supera nettamente la pericolante Green Up Crema (Montanari 23) e mantiene 2 punti di vantaggio sulla vice capolista Juvi Ferraroni Cremona (Bona 21) che grazie ad un tiro libero su 2 di Fumagalli supera una mai doma Secis Jesolo (Rossi 19), mentre il gradino più basso del podio è occupato dalla coppia Gemini Mestre e Tenuta Belcorvo San Vendemiano. I mestrini (Bortolin 27 e top scorer di giornata) cadono dopo aver recuperato uno svantaggio di 16 lunghezze a fine 3° quarto sul non facile campo della Rimadesio (Mazzoleni 15), mentre i trevigiani (Sanguinetti 19) si aggiudicano in trasferta il derby sul campo della Antenore Energia Padova reduce da 4 vittorie consecutive a cui non sono bastati i 23 punti di Ferrari.

A distanza troviamo come detto la già citata Rimadesio a cui si aggancia la Alberti & Santi Fiorenzuola d’Arda (Filippini 22) che si aggiudica lo scontro diretto sul non facile campo della Civitus Vicenza (Cecchetti 17) che viene agganciata in classifica dalla Withu Bergamo (Ihedioha ed Isotta 20) che solo nel quarto finale piega una positiva LuxArm Lumezzane (Mastrangelo 23) e tutte insieme precedono la Antenore Energia Padova sconfitta in casa dalla Tenuta Belcorvo San Vendemiano.

Appena sotto la compagine patavina troviamo la Pontoni Monfalcone (Medizza 15) che dopo un match equilibrato cede nel finale sul campo del fanalino di coda Lissone Interni Bernareggio (Quartieri 21). Appena sotto la formazione isontina troviamo la Green Up Crema che tiene testa per quasi 3 quarti ma è costretta a cedere in casa della capolista Gesteco Cividale del Friuli e che mantiene solo 2 punti di vantaggio sul quartetto composto da Secis Costruzioni Jesolo sconfitta a Cremona, la Luxarm Lumezzane sconfitta a Bergamo, la Agostani Caffè Olginate (Maspero 21) che reduce da 8 sconfitte consecutive si aggiudica il delicato scontro diretto sul campo dell’Allianz Bank Bologna (Galassi 24) ed aggancia i felsinei, mentre chiude la classifica la Lissone Interni Bernareggio alla sua terza vittoria consecutiva ed una gara in meno.


Cremona – Sofferta vittoria casalinga per una Juvi Ferraroni, bella a tratti, che supera nei secondi finali una mai doma Secis Costruzioni Jesolo con il punteggio finale di 69 a 67, al termine di una gara a tratti dominata.

Per questa gara coach Crotti recupera Nasello che viene schierato nello starting five con Milovanovikj, Bona, Fumagalli e l’ex di turno Sipala; mentre dall’altra parte coach Teso senza l’infortunato Quaglia risponde con Favaretto, Malbasa, Rossi, Bolpin e Bovo.

La gara dopo un inizio punto a punto vede un primo mini allungo juvino con Nasello sugli scudi che al 7’ spinge i cremonesi a +5 sul 19 a 14, costringendo coach Teso al time out riparatore. Alla ripresa del gioco i padroni di casa con 2 tiri liberi del giovane Tonello si portano a +7 e nel finale un tiro libero su 2 di Preti chiude la 1ª frazione sul punteggio di 24 a 18. Ad inizio 2° quarto capitan Vacchelli con una tripla spinge la Ferraroni a +11 sul 29 a 18, e da quel momento nonostante diverse forzature i locali mantengono sempre un vantaggio intorno alla doppia cifra sino ad un vantaggio massimo di 15 lunghezze poco prima della pausa di metà gara che vede la Ferraroni avanti di 12 lunghezze sul punteggio di 40 a 28.

Al rientro dagli spogliatoi si continua sulla falsa riga dei quarti precedenti con i cremonesi sempre avanti nonostante le forzature da ambo le parti; nel finale una tripla di Bovo riporta sotto la doppia cifra di svantaggio la Secis ed il 3° periodo si chiude sul risultato di 51 a 44. L’ultimo quarto inizia con il fallo tecnico assegnato a Bovo con Preti che sigla il 58 a 51, poi a questo punto i cremonesi si rilassano e Jesolo ne approfitta per riavvicinarsi e trascinato dalle triple di Rossi si riporta a -1 al 38’ sul 62 a 61, costringendo coach Crotti al time out. Alla ripresa del gioco Giulietti e Bona riportano la Ferraroni a +5, sembra fatta ma gli ospiti non mollano e Rossi con una tripla riporta i suoi a -1 a 26” dalla fine. Sul capovolgimento di fronte la Ferraroni mantiene palla sino ai secondi finali, sino a quando Fumagalli a 2” dal termine subisce fallo. Dalla lunetta il n.11 di casa fa 1 su 2 e sul rimbalzo gli ospiti dalla propria metà campo non riescono a siglare la tripla della possibile vittoria veneziana.

JU.VI. FERRARONI CREMONA-SECIS COSTRUZIONI JESOLO 69-67
PARZIALI: 24-18, 40-28, 51-44
JU.VI. FERRARONI CREMONA: De Martin n.e., Milovanovikj 3, Bona 21, Nasello 11, Tonello 2, Fumagalli 2, Vacchelli 6, Giulietti 6, Sipala 2, Preti 16, Gobbato n.e. All.: Crotti.
Usciti per 5 falli: Preti 40’ (66-61) e Bona 40’ (68-67).
SECIS COSTRUZIONI JESOLO: Rosada, Mei n.e., Edraoui, Favaretto 5, Malbasa 17, Rossi 19, Maestrello, Bolpin 8, Bovo 18. All.: Teso.
Usciti per 5 falli: Favaretto 38’ (62-61) e Bolpin 40’ (68-67), fallo tecnico a Bovo 33’ (57-51).
ARBITRI: Guercio e Giardini di Ancona.


Cividale del Friuli (UD) – Reduce da 2 vittorie consecutive contro Juvi Cremona e Jesolo, la Green Up Crema cade con onore dopo aver giocato alla pari per quasi 3 quarti sul campo della capolista Gesteco Cividale del Friuli che si impone con il punteggio finale di 94 a 68, e mantiene la propria imbattibilità casalinga e conserva 4 punti di vantaggio sulla vice capolista Juvi Cremona.

Priva ancora una volta dell’infortunato Venturoli coach Ghizzinardi schiera lo starting five con Montanari, Del Sorbo, Cernivani, Esposito e Seck; mentre dall’altra parte coach Pillastrini si affida a Laudoni, Chiera, Rota, Ohenhen e Battistini.

La gara dopo un inizio equilibrato vede un primo mini allungo locale e dal 6 pari del 4’ i padroni di casa piazzano un parziale di 10 a zero involandosi sul 16 a 6, mentre il quarto si chiude sul risultato di 20 a 10 con il botta e risposta tra Montanari e Cassese. Ad inizio 2°quarto parte bene la Green Up che grazie ai canestri di Genovese e Montanari riportano sotto i rosanero sino al sorpasso sul 23 a 24 del 15’, costringendo coach Pillastrini al minuto di sospensione. Alla ripresa delle ostilità la Gesteco piazza un parziale di 12 a zero e trascinata da Chiera si invola a +11, ma Crema non molla e nel finale Genovese con 5 punti consecutivi manda le squadre all’intervallo sul punteggio di 35 a 29. Al rientro dopo la lunga pausa Crema recupera tutto lo svantaggio e Montanari regala l’ultimo vantaggio esterno sul 41 a 42 al 24’, prima di subire l’allungo dei friulani che piazzano un parziale di 26 a 7 ed il 3°periodo si chiude sul punteggio di 67 a 49. Ad inizio ultimo quarto l?Mvp Chiera e Paesano spingono la Gesteco a sfiorare il trentello; nel finale Montanari e Cernivani riportano la Green Up a -23, ma sul capovolgimento di fronte la tripla di Paesano fissa il definitivo 94 a 68.

GESTECO CIVIDALE DEL FRIULI-GREEN UP CREMA 94-68
PARZIALI: 20-10, 35-29, 67-49
GESTECO CIVIDALE DEL FRIULI: Laudoni 11, Paesano 14, Cassese 9, Chiera 24, Rota 9, Ohenhen 4, Battistini 11, Roseano, Micalich 2, Miani 10. All.: Pillastrini.
Nessuno uscito per 5 falli.
GREEN UP CREMA: Genovese 16, Montanari 23, Del Sorbo, Cernivani 10, Mercado Sanchez n.e., Esposito 2, Seck 7, Ziviani 10, Venturoli n.e., Konteh. All.: Ghizzinardi.
Nessuno uscito per 5 falli, fallo tecnico alla panchina 25’ (45-42).
ARBITRI: Palazzo di Campobasso e Galluzzo di Brindisi.


In settimana si è disputato il recupero valevole per la 2ª giornata di ritorno tra la Gesteco Cividale del Friuli e la Withu Bergamo che ha visto la vittoria della squadra friulana con il punteggio finale di 72 a 54.

Nel dettaglio i tabellini gara:

GESTECO CIVIDALE DEL FRIULI-WITHU BERGAMO 72-54
PARZIALI: 14-15, 34-30, 57-42
GESTECO CIVIDALE DEL FRIULI: Laudoni 10, Paesano 10, E.Rota 10, Cassese, Chiera 20, Ohenhen 4, Balladino n.e., Battistini 10, Micalich, Miani 8. All.: Pillastrini.
WITHU BERGAMO: Negri 10, Ihedioha 10, Sodero 12, Savoldelli 7, Bedini 3, Dell’Agnello 1, Piccinni n.e., Dembele, De Martin, Rota n.e., R.Rota n.e., Isotta 11, Cagliani. All.: Cagnardi.
ARBITRI: De Rico di Venezia e Biondi di Trento.

Questa è la classifica aggiornata dopo la 3ª giornata di ritorno(*da recuperare).
Gesteco Cividale del Friuli 34, Juvi Ferraroni Cremona 1952 30, Gemini Mestre 1958 24**, Tenuta Belcorvo Rucker San Vendemiano 24**, Rimadesio 94 20, Alberti & Santi Fiorenzuola d’Arda 1972 20, Withu Bergamo 2014 18*, Civitus Assicurazioni Vicenza 2012 18, Antenore Energia Virtus Padova 16, Pontoni Falconstar Monfalcone 14*, Green Up Crema 12, Secis Costruzioni Jesolo 10*, LuxArm Lumezzane 10*, Agostani Caffè Olginate 10*, Allianz Bank Bologna 2016 10, Lissone Interni Bernareggio 99 8*.