Tempo di lettura: 5 minuti

Dopo 4 giornate si scioglie la coppia di testa; al comando solitaria troviamo la Gemini Mestre (Bortolin 19 con 8 su 8 al tiro) che si impone in trasferta sul campo della Civitus Assicurazioni Vicenza (Cecchetti 22) approfittando del passo falso della WithU Bergamo (Negri 34 top score di giornata) che a sorpresa viene superata tra le mura amiche da una cinica e spietata Alberti & Santi Fiorenzuola d’Arda, trascinata dai 27 punti di Filippini.

Insieme ai piacentini e gli orobici ad un passo dalla vetta troviamo anche la Tenuta Belcorvo Rucker San Vendemiano (Sanguinetti 17) che passa anch’essa lontano da casa sul difficile campo della Rimadesio a cui non sono bastati i 16 punti di Leone, la Ju.Vi. Ferraroni (Preti 20) che vince facile contro la Pontoni Monfalcone (Coronica 17) ed infine la Gesteco Cividale del Friuli (Rota 18) che in rimonta supera dopo un tempo supplementare i lecchesi del Caffè Agostani Olginate a cui non sono bastati i 17 punti di Maspero.

Appena sotto questo quartetto troviamo la Green Up Crema (Cernivani 13) che a sorpresa cade per mano del fanalino di coda LuxArm Lumezzane (Mastrangelo 16), la Rimadesio, la Civitus Assicurazioni Vicenza 2012 e la Secis Costruzioni Jesolo (Malbasa 16) che a sorpresa passa sul non facile campo del Bologna 2016 (Beretta 15) che a sua volta rimane ferma a quota 2 punti insieme ad Olginate, Falconstar Monfalcone e che viene raggiunta dalla coppia lombarda composta da LuxArm Lumezzane e Lissone Interni Bernareggio (Almansi 24), quest’ultima si aggiudica il delicato scontro salvezza con l’Antenore Energia Padova (Ferrari 20) che rimane ferma a quota zero punti in classifica.


Crema (CR) – Seconda sconfitta interna consecutiva per la Green Up Crema che viene superata a sorpresa dal fanalino di coda LuxArm Lumezzane con il punteggio finale di 74 a 79, al termine di un match a 2 facce e deciso nei secondi finali.

Per questa gara coach Ghizzinardi deve rinunciare ancora una volta all’infortunato Kontek e schiera lo starting five composto da Luca Montanari, Venturoli, Esposito, Bianconi e Cernivani; mentre dall’altra parte coach Saputo che recupera Origlia risponde con Fossati, Dilas, Scanzi, Borghetti e come detto lo stesso Origlia.

La partenza è favorevole ai rosanero che grazie a 3 triple in successione di Esposito, Cernivani e Venturoli Crema si spinge avanti di 6 lunghezze e poco dopo Esposito sigla il 15 a 7. A questo punto i valgobbini si riprendono e l’ex di turno Ciaramella ribalta il punteggio e si procede punto a punto sino ai secondi finali con Mastrangelo che chiude il 1° periodo sul punteggio di 17 a 18. Nella 2ª frazione si continua in sostanziale equilibrio con leggeri vantaggi da una parte e dall’altra sino a quando capitan Fossati con un paio di canestri in pochi secondi spinge gli ospiti sul 30 a 36, ma la Green Up non molla e Bianconi con una tripla riavvicina i locali, poi nei secondi finali botta e risposta tra Fossati e Luca Montanari che con 2 tiri liberi manda le squadre all’intervallo sul punteggio di 35 a 38.

Al rientro dagli spogliatoi la coppia arbitrale sanziona Esposito con un fallo tecnico e Lumezzane con un tiro libero di Scanzi ed un canestro di Dilas si invola sul 35 a 42, ma Bianconi con un paio di canestri in successione riporta i padroni a -3. Poco dopo anche Venturoli subisce la stessa sanzione ma Cernivani con una tripla riavvicina i rosanero a -1 al 25′. Negli ultimi 5′ Scanzi e capitan Fossati riportano avanti i valgobbini ed il 3° quarto si chiude con 10 punti di vantaggio per gli ospiti sul 50 a 60. Nell’ultimo quarto si scatena Mastrangelo che con un paio di triple ed insieme a Scanzi regala il massimo vantaggio ospite sul 57 a 71 al 35′, ma a questo punto la Green Up tenta il tutto per tutto e dopo un fallo tecnico sanzionato alla panchina nel minuto conclusivo si riporta a -3. A 8” dalla fine Mastrangelo subisce fallo e dalla lunetta il n.9 ospite realizza i 2 tiri liberi. Sulla rimessa Fabio Montanari a 4” dalla fine sbaglia la tripla del possibile -2 e sul rimbalzo i valgobbini congelano la palla sino al suono della sirena finale.

GREEN UP CREMA-LUXARM LUMEZZANE 74-79
PARZIALI: 17-18, 35-38, 50-60
GREEN UP CREMA: F.Montanari 11, Ziviani 9, L.Montanari 11, Venturoli 10, Mercado Sanchez n.e., Esposito 9, Bianconi 7, Russo n.e., Seck, Del Sorbo 4, Sacchelli n.e., Cernivani 13. All.: Ghizzinardi.
Nessuno uscito per 5 falli, falli tecnici ad Esposito 22′ (35-38), Venturoli 25′ (42-46) ed alla panchina 37′ (62-73).
LUXARM LUMEZZANE: Fossati 10, Dilas 8, Scanzi 14, Strautmanis, Mastrangelo 16, Ciaramella 5, Bordone n.e., Dalcò, Agostini 7, Borghetti 9, Origlia 10. All.: Saputo.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Colombo di Cantù (CO) e Castellano di Legnano (MI).


Curtatone (MN) – Terza vittoria consecutiva per una lanciata Ju.Vi. Ferraroni Cremona per 75 a 61 contro la Pontoni Monfalcone si congeda positivamente dal campo mantovano di Curtatone che li ha visti protagonisti in positivo a causa della squalifica del PalaRadi.

Per questa gara coach Crotti deve rinunciare a Bona e Colombo con quest’ultimo che nelle ultime ore ha firmato con Sant’Arcangelo di Romagna di serie C Silver, e schiera lo starting five composto da Milovanovikj, Nasello, Preti, Fumagalli e Gobbato. Dall’altra parte invece coach Praticò risponde con Coronica, Prandin, Bellato, Sackey e Naoni.

Il match inizia nel migliori dei modi per la compagine goriziana che trascinata da Coronica si porta avanti sul 2 a 6 ma Milovanovikj e Preti nel giro di pochi secondi ristabiliscono la parità; poi si continua in equilibrio sino ai secondi finali con Rezzano che chiude il quarto iniziale sul punteggio di 19 a 21. Nella 2ª frazione parte forte la Ferraroni che trascinata dalla coppia Nasello-Preti piazza un parziale di 14 a 0 e Fumagalli sigla il 33 a 21 al 16′. Negli ultimi 4′ la Ferraroni respinge ogni tentativo di recupero isontino e Fumagalli con una tripla manda le squadre all’intervallo sul punteggio di 46 a 30.

Al rientro dagli spogliatoi parte bene la Pontoni che con Coronica e Prandin si riporta a -12, ma Preti e Gobbato rispondono portando la Ferraroni sino a +16, mentre il mini tempo si chiude sul punteggio di 60 a 46. Gli ultimi 10 minuti vedono la Ferraroni in controllo e coach Crotti ne approfitta per mettere in campo i giovani e far esordire il giovane classe 2003. Bellato sul capovolgimento di fronte sigla il definitivo 75 a 61.

JU.VI. FERRARONI CREMONA-PONTONI MONFALCONE 75-61
PARZIALI: 19-21, 46-30, 60-46
JU.VI. FERRARONI CREMONA: Milovanovikj 4, Vacchelli 2, Nasello 16, Preti 20, Giulietti 10, De Martin, Tonello, Sbardolini n.e., Zoccoli, Boni, Fumagalli 10, Gobbato 13. All.: Crotti.
Nessuno uscito per 5 falli.
PONTONI MONFALCONE: Rezzano 9, Scutiero, Medizza n.e., Coronica 17, Prandin 15, Rosati n.e., Vegnaduzzo n.e., Bacchin 7, Azzano, Bellato 2, Sackey 2, Naoni 9. All.: Praticò.
Nessuno uscito per 5 falli, fallo tecnico alla panchina 34′ (65-50).
ARBITRI: Meli di Forlì Cesena e Bettini di Faenza (RA).