Tempo di lettura: 5 minuti

Nella 2ª giornata di andata dominio del fattore campo con 5 vittorie interne e solo 3 esterne. Dopo 40’ al comando a punteggio pieno troviamo la Gemini Mestre (Petrucci 17) che si impone in rimonta sul campo brianzolo di Lissone Interni Bernareggio (Almansi 21), la WithU Bergamo (Sodero 27 e top scorer di giornata) che supera nettamente nel match clou di giornata la Gesteco Cividale del Friuli, a cui non sono bastati i 19 punti di Battistini.

Insieme ai mestrini e gli orobici troviamo anche la Green Up Crema (Bianconi 21) che grazie ad un tiro libero dell’ex Virtus Padova Bianconi si impone sul campo della neopromossa Secil Jesolo (Malbasa 13), la Civitus Allianz Vicenza (Mazzucchelli 19) che si impone in trasferta nel sentito derby contro l’Antenore Energia Padova (De Nicolao 15) ed infine la Rimadesio (Sirakov 23) che in rimonta piega davanti al pubblico amico i piacentini della Alberti & Santi Fiorenzuola d’Arda (Filippini 20). Alle spalle di questo quintetto di testa troviamo la Gesteco Cividale del Friuli superata a Bergamo, la Secil Jesolo sconfitta in casa da Crema, la Alberti & Santi Fiorenzuola sconfitta nel finale a Desio ed infine Tenuta Belcorvo Rucker San Vendemiano, Ju.Vi. Ferraroni Cremona e Bologna 2016.

I trevigiani (Baldini 15) dopo aver condotto per quasi tutto il match rischiano di gettare alle ortiche la vittoria e si impongono di misura contro la Falconstar Monfalcone a cui non sono bastati i 25 punti di un positivo Naoni. Insieme alla compagine della marca trevigiana troviamo la Ju.Vi. Ferraroni Cremona (Bona 19) che a fatica si impone in casa contro la Agostani Caffè Olginate (Maspero 16) ed i felsinei di Bologna 2016 che in casa vincono di misura contro la neopromossa LuxArm Lumezzane (Scanzi 20). Infine ancora ferme al palo troviamo la Antenore Energia Virtus Padova, Falconstar Monfalcone, LuxArm Lumezzane, Caffè Agostani Olginate e Lissone Interni Bernareggio.


Curtatone (MN) – Pronto riscatto per una Ju.Vi. Ferraroni Cremona a corrente alternata che sul campo neutro di Curtatone (MN) piega i lecchesi della Agostani Caffè Olginate con il punteggio finale di 74 a 64. Per questa gara coach Crotti schiera lo starting five composto da Nasello, Preti, Fumagalli, Gobbato e Bona; mentre dall’altra parte coach Cilio reduce dal ko interno con Olginate risponde con Maspero, Bloise, Ambrosetti, Negri ed Okiljevic.

La gara vede un inizio con le due formazioni che faticano in attacco e non si registra nessun allungo con il 1° quarto che vola in un battibaleno e si chiude con il leggero vantaggio ospite sul 9 a 10. Il copione non cambia nemmeno nel quarto successivo, poi la Ferraroni grazie ai giovani Milovanovikj e Giulietti opera il sorpasso portandosi a +4 sul 18 a 14; ma gli ospiti non cedono e poco dopo l’ex Crema Brambilla riporta il match in perfetta parità a quota 18. La gara continua in sostanziale equilibrio per un paio di minuti, poi i gigliati prendono ancora il largo e Gobbato con una tripla manda le squadre all’intervallo sul punteggio di 29 a 22.

Al rientro dagli spogliatoi Olginate si riporta a contatto, poi nel giro di pochi secondi la coppia arbitrale sanziona dapprima la panchina ospite e poco dopo Negri con 2 falli tecnici e la Ferraroni ne approfitta prima con Nasello e nel finale con Giulietti per portarsi a +9, ma nei secondi finali Brambilla e Baparape accorciano per il 50 a 45 di fine 3ª frazione. L’ultimo quarto è ancora all’insegna dell’equilibrio con leggeri vantaggi interni, poi la Ferraroni grazie ad un positivo Giulietti tocca per la prima volta la doppia cifra di vantaggio sul 67 a 57 al 36’. Negli ultimi 4’ Bloise con una tripla e Baparape riavvicina i lecchesi a -5, ma la gioia è di breve durata perché nel finale Bona e Fumagalli dalla lunetta mettono la parola fine al match; sul capovolgimento di fronte Ambrosetti sigla il definitivo 74 a 64.

JU.VI. FERRARONI CREMONA-CAFFE’ AGOSTANI OLGINATE 74-64
PARZIALI: 9-10, 29-22, 50-45
JU.VI. FERRARONI CREMONA: Nasello 8, Preti 2, Fumagalli 6, Gobbato 10, Bona 19, Tonello n.e., Vacchelli, De Martin n.e., Giulietti 15, Milovanovikj 14, Colombo n.e. All.: Crotti.
Nessuno uscito per 5 falli.
CAFFE’ AGOSTANI OLGINATE: Maspero 16, Ambrosetti 6, Negri 7, Okiljevic, Tomcic 6, Martinalli n.e., L.M. Brambilla n.e., Natalini n.e., Baparape 11, Cucchiaro n.e., Brambilla 10. All.: Cilio.
Uscito per 5 falli: Maspero 40’ (72-62), falli tecnici alla panchina 26’ (40-33) e Negri 26’ (41-33).
ARBITRI: Foschini di Russi (RA) ed Alessi di Lugo di Romagna (RA).


Jesolo (VE) – Vittoria in rimonta e nei secondi finali per la Green Up Crema che si impone sul campo della neopromossa Secis Jesolo con il punteggio finale di 58 a 61, grazie ad un tiro libero dell’Mvp Bianconi a 6” dalla fine e mantiene la testa della classifica a punteggio pieno.

Per questa gara coach Ghizzinardi si affida allo starting five composto da Del Sorbo, Cernivani, Esposito, Ziviani e Cernivani; mentre dall’altra parte coach Teso che all’esordio si è imposto sul campo di Lumezzane risponde con Malbasa, Busetto, Sipala, Rosada e Rossi e con il bomber Bovo che parte dalla panchina. La gara si mette subito in salita per i rosanero che subiscono l’aggressività dei padroni di casa e nel finale l’ex juvino Sipala chiude il 1° tempo sul punteggio finale di 20 a 7. Nella 2ª frazione un canestro di Luca Montanari prova a dare la scossa ai leoni indomabili ma sono sempre i padroni di casa a dettare legge e nonostante alcune forzature mantengono sempre un vantaggio oscillante intorno alla doppia cifra, poi nei secondi finali Cernivani con 2 tiri liberi riavvicina Crema che va al riposo con soli 8 punti da recuperare sul punteggio di 33 a 25.

Al rientro dagli spogliatoi Rosada riporta i veneziani a +10, ma poco dopo Venturoli e Bianconi con 2 triple riportano i rosanero a -4 sul 35 a 31, poi sulle ali dell’entusiasmo arrivano a -2 con un canestro di Cernivani, costringendo coach Teso al time out. Al rientro in campo la Secil con Malbasa ed una tripla di Favaretto chiudono la 3ª frazione sul punteggio di 45 a 38. All’inizio dell’ultimo quarto Bovo sino a quel momento impalpabile sigla la tripla del +10, ma a questo punto la Green Up stringe forte in difesa e grazie alle triple di Venturoli, Luca Montanari e Bianconi insieme al piazzato di Esposito operano il sorpasso sul 52 a 53 al 37’; ma sul capovolgimento di fronte Rossi con 2 tiri liberi riporta avanti i padroni di casa per l’ultima volta. L’ultimo minuto è vietato ai deboli di cuore e grazie alle triple di Bovo e Bianconi spingono gli ospiti a +2, poi sul capovolgimento di fronte Rossi subisce fallo dall’arco ma il giocatore di casa sbaglia tutti e 3 i tiri liberi del possibile vantaggio interno, e poco dopo Bianconi dalla lunetta fa 1 su 2 ma basta ed avanza e regala la vittoria alla squadra cremasca.

SECIL JESOLO-GREEN UP CREMA 58-61
PARZIALI: 20-7, 33-25, 45-38
SECIL JESOLO: Rossi 11, Favaretto 8, Grani n.e., Bolpin, Edraoui n.e., Rosada 6, Maestrelli, Busetto 4, Malbasa 13, Sipala 5, Bovo 11. All.: Teso.
Nessuno uscito per 5 falli.
GREEN UP CREMA: L.Montanari 8, Bianconi 21, F.Montanari, Del Sorbo 1, Cernivani 7, Mercado Sanchez n.e., Carinelli n.e., Guerini n.e., Esposito 6, Seck 2, Ziviani, Venturoli 16. All.: Ghizzinardi.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Occhiuzzi e Schiano di Trieste.