Tempo di lettura: 2 minuti

Terremoto in casa Juvi Ferraroni Cremona 1952 che annuncia la separazione consensuale tra il Direttore Sportivo Andrea Zagni e la società dopo una sola stagione. Insieme a lui lascia anche il fratello Alberto.

Tornato all’ombra del Torrazzo, Andrea Zagni nella scorsa stagione aveva riportato tra gli altri anche l’allenatore Simone Lottici ed in precedenza sono stati protagonisti della cavalcata vincente dei piacentini del Fiorenzuola 1972 che alla fine della stagione appena conclusa è stata artefice di una storica qualificazione ai playoff dopo essere stata ripescata in estate.

Al posto di Zagni, al quale la società gigliata augura le migliori fortune ritornando in terra piacentina a Fiorenzuola d’Arda con ogni probabilità insieme all’amico Simone Lottici, è stato scelto Alessandro Barbalich.

La scelta della dirigenza juvina non è casuale, essendo Barbalich una figura che conosce perfettamente il mondo della palla a spicchi e conosce tutte le sfaccettature ed a tutti i livelli avendo ricoperto diversi ruoli al suo interno; ad iniziare dal ruolo di agente di basket internazionale, e successivamente nel doppio ruolo di Team Manager e Direttore Sportivo alla Scavolini Spar Pesaro. Inoltre Barbalich può vantare numerose esperienze all’estero, in particolare in Russia nella capitale Mosca ed in Spagna nella capitale Madrid. Infine ha contribuito con successo alla ristrutturazione societaria di realtà che hanno attraversato momenti di difficoltà e altre che grazie a lui hanno portato in Europa giocatori che in precedenza non erano sbarcati nel vecchio continente come Carlos Delfino, Maciej Lampe e Viktor Khryapa.

Da qualche anno Barbalich insegna Sport Marketing and Management, presso la State University of Management di Mosca. La società è sicura di aver operato la scelta migliore per poter continuare il proprio percorso ed augura ad Alessandro di togliersi grandi soddisfazioni all’ombra del Torrazzo.

Intanto in attesa dei primi acquisti, la società amaranto-oro ha ufficializzato la riconferma dei giovani Marko Milovanovikj guardia e dell’ala Niccolò Giulietti al pari degli allenatori Alessandro Crotti e Maximiliano Moreno. Nel frattempo continua il mercato lungo la penisola, con le lombarde protagoniste.

Rimanendo in provincia di Cremona si segnala la riconferma in casa Pallacanestro Crema dell’esperto playmaker Luca Montanari, mentre non è stata riconfermata l’ala-pivot Marco Arrigoni che si è accasato alla Rinascita Rimini, avversaria di 1° turno della compagine juvina. Nella vicina Pavia si segnalano le riconferme di Lorenzo D’Alessandro e Marco Torgano, mentre si segnala l’arrivo dell’ex Corona Piadena Alexander Simoncelli protagonista nelle ultime stagioni con la maglia della Rinascita Rimini. A Vigevano si segnalano le riconferme di Gianluca Giorgi, Raffaele Rosa, Nicolò Gatti e Filippo Rossi; in uscita troviamo invece Stefano Borsato, Federico Passerini, Andrea Mazzucchelli acquistato da Vicenza, Mario Bevilacqua, Fabio Bugatti, Valerio Cucchiaro e Maurizio Tassone passato a Molfetta, mentre sono giunti nel ducato Michele Peroni guardia classe 1994 di 190 cm ex Rinascita Rimini, Alessandro Ferri ala classe 1993 di 193 cm ex Fortitudo Alessandria.