Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia – Sempre più spesso le famiglie hanno bisogno di un aiuto domestico ricolto ai propri cari, per la gestione di casa, bambini ed anziani. Per venire incontro alla forte domanda di figure specifiche nasce a gennaio 2013 Incontra Lavoro, il servizio offerto dalle Acli di Brescia in collaborazione con Cassa Padana, per la selezione di lavoratrici e lavoratori domestici (assistenti familiari, colf, baby-sitter).

Una sinergia che vede Cassa Padana impegnata dal 2013 con le Acli nell’offrire a tassi agevolati o in maniera gratuita ai propri soci e dipendenti l’accesso a vari servizi, tra i quali pensioni e reversibilità, certificazioni ISE – ISEE e bonus, ma anche contratti di locazione, contabilità, 730 e modello unico.

Con la rinnovata convenzione del biennio 2016 – 2017 si aggiunge il Servizio Incontra lavoro, un importante aiuto che accompagna la famiglia ad individuare la soluzione adatta attraverso tre momenti principali:
Primo colloquio: raccolta delle esigenze della famiglia e analisi del contesto di lavoro
Attività di selezione: i lavoratori vengono selezionati attraverso due differenti colloqui. Il primo ha una funzione di orientamento al lavoro e di assistenza alla corretta compilazione del curriculum vitae, il secondo mira ad approfondire le esperienze e competenze specifiche nell’ambito dell’assistenza alla persona e della cura della casa, nel quale si procede inoltre alla verifica delle referenze di ciascun candidato.
Intermediazione: organizzazione di un incontro conoscitivo tra la famiglia e le lavoratrici (solitamente tre candidate) e successiva scelta dell’assistente familiare più affine alle proprie esigenze.

E’ un servizio che unisce da sempre idealmente Acli e Cassa Padana nelle finalità di accoglienza, in un’ottica di social welfare.” – sottolinea Francesco Pintossi di Acli –“Questo nuovo sportello ribadisce quindi l’attenzione alla persona e alla famiglia che contraddistingue e caratterizza il nostro operato, ideali che trovano il loro naturale sostegno da parte di Cassa Padana”.

Ciò che costituisce il valore aggiunto per questi accordi sono, infatti, proprio le politiche di attenzione e di assistenza dedicata che la BCC mette in campo sul suo territorio, sia a favore di soci e clienti, sia verso i tesserati e gli utenti delle prestazioni dei CAF coinvolti.

A seguito dell’autorizzazione ottenuta nel novembre 2011 da parte del Ministero del Lavoro, il patronato Acli è oggi un’agenzia di intermediazione che può in effetti legittimamente svolgere la raccolta delle domande e delle offerte di lavoro, organizzare la selezione delle lavoratrici, realizzare l’attività di orientamento, gestire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, effettuare una prima informazione sul curriculum vitae dei lavoratori domestici e promuovere percorsi di formazione.

In tale prospettiva l’organizzazione dello sportello Incontra Lavoro del Patronato ha come finalità quella di contribuire a definire delle politiche attive del lavoro che concorrano alla qualificazione del lavoro domestico, in sinergia con gli altri servizi e progetti del patronato, del sistema Acli e della rete di soggetti istituzionali che operano nel territorio.

Grazie alle informazioni che ogni anno raccogliamo tramite dati e sondaggi nella nostra provincia, emerge che sempre più i famigliari preferiscono tenere in casa il proprio anziano o i bambini piuttosto che dover affrontare le lunghe liste di attesa per accedere alle case di riposo o ai prezzi, talvolta semi inaccessibili, di asili e scuole materne” – afferma Pintossi –“Ecco perché proprio a fronte delle necessità oggettive che emergono dal nostro territorio, in questa fase di attività abbiamo scelto di avviare sportelli che primariamente si occupino dell’incontro tra domanda e offerta di lavoro nell’ambito specifico dei servizi alla persona e al benessere della famiglia”.

CONDIVIDI
Laura Simoncelli
Dopo il diploma di liceo scientifico, si laurea all’Univeristà Cattolica di Brescia nel 2004 in Lettere e Filosofia. Collabora con Fondazione Civiltà Bresciana e Bresciaoggi con stesura di articoli sportivi, cronaca e tempo libero. Dal 2004 al 2017 fa parte della redazione di popolis. E’ docente di italiano e storia presso le scuole medie e superiori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *