Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia – Ritornano gli appuntamenti del martedì con le serate del Ciro Sound Live”, l’iniziativa che propone ogni settimana un dopo-cena con musica dal vivo. Da non perdere il programma che arriva fino alla fine del mese di settembre, cinque appuntamenti che sapranno soddisfare tutti i gusti musicali degli spettatori.

Si inizia martedì 28 agosto con l’esibizione del gruppo “Only Stones“, una delle migliori tribute band dei Rolling Stones che presenteranno i loro più grandi successi. Il concerto inizierà alle 21.15 circa e si svolgeeà nel cortile del Ristorante Pizzeria “Da Ciro”, a Mompiano. In caso di maltempo il concerto si terrà nella sala interna.
L’ingresso è libero e gratuito.

Il gruppo degli Only Stones è formato da Renzo Nardin (voce), Giorgio Moser (chitarra), Gigi Berghem (chitarra), Mimmo Saponaro (basso), Guido Minelli (tastiere), Giampiero Bolpagni (batteria). Nasce negli anni ’90 spinto dalla passione dei sei componenti per la musica della storica band dei Rolling Stones. Il repertorio è infatti formato unicamente da cover del leggendario gruppo inglese. Il concerto è particolarmente coinvolgente grazie all’interpretazione molto sentita del cantant, Renzo Nardin, e agli arrangiamenti che rispecchiano fedelmente gli originali, realizzati dal chitarrista Gigi Berghem.

Si prosegue il 4 settembre con “Altri suoni”, duo Alberti-Pirlo – jazz, tango y corazòn. “Altri Suoni” vede il duo alle prese con un repertorio di estrazione classica-popolare dove la musica scritta si fonde con l’improvvisazione. E’ un viaggio tra Europa e Sudamerica dove i compositori proposti, partendo dalle proprie radici, fanno conoscere la propria musica al grande pubblico. La formula del duo è l’essenza melodico-ritmica che ben sintetizza l’identità di queste composizioni, una musica fatta da larghi respiri ma anche da virtuosismi al limite della fattibilità.
Gianni Alberti è diplomato in clarinetto e saxofono al Conservatorio Luca Marenzio di Brescia, dove è ora docente. Ermes Pirlo è fisarmonicista, compositore e insegnante.

L’11 settembre è la volta de “I Vestiti della Musica – Viaggio fra le meraviglie delle copertine dei dischi”. E’ uno spettacolo che da anni Paolo Mazzucchelli porta in giro per l’Italia. Si tratta di un viaggio multimediale che racconta il ruolo giocato dalle copertine dei long playing nella storia della musica pop rock degli ultimi sessant’anni. Da semplice contenitore anonimo a strumento di marketing, a mezzo di comunicazione fra l’artista e il suo pubblico, sino a divenire autentico oggetto d’arte e specchio della creatività di alcune delle menti più “sognanti” dei passati decenni. Paolo metterà in particolare evidenza le copertine di tutti gli album di Fabrizio De André, affiancato da Giorgio Cordini (chitarra e voce), che eseguirà un estratto del suo repertorio.

IL 18 settembre saliranno sul palco i Maislindos Trio con la loro musica popolare brasiliana. Un viaggio attraverso le sonorità ora lunari e introspettive, ora più sanguigne ed energiche, ora più malinconiche e suadenti della musica popolare brasiliana, per proiettare lo spettatore in una dimensione “magica”. I MaisLindos Trio, forti della sinergia tra la propensione ritmica della chitarra e la lirica della fisarmonica, hanno scelto quelli che considerano alcuni dei più belli ed emblematici brani del repertorio di musica brasiliana scritti da maestri del calibro di Tom Jobim, Chico Buarque, Caetano Veloso, Gilberto Gil, Carlos Lyra.
I MaisLindos Trio sono: Francesco Schettino, voce, Ermes Pirlo, fisarmonica, Marco Zanardelli, chitarra.

Martedì 25 settembre si chiude il mese con “The Crossroads” – folk-rock-blues. Matteo Corvaglia (chitarra e voce) e Andrea Corvaglia (armonica e voce) iniziano a cimentarsi in alcuni concerti nel 2009, aprendo esibizioni del coro bresciano “Joyful Gospel Choir”. Nel 2012 pubblicano un EP, “Some sky inside my pocket”. Nel 2013 vincono “Deskomusic”. Hanno partecipato a “X Factor 2015”. Nel 2016 è stato pubbicato il loro lavoro discografico “Reels” e lo stesso anno al CPM di Milano hanno vinto il primo premio del “L’Artista che non c’era”. Il repertorio è costituito, oltre che da brani di loro composizione, da cover di folk -blues.
The Crossroads sono: Matteo Corvaglia – voce e chitarra, Andrea Corvaglia – voce e armonica, Antonio Giovanni Lancini – percussioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *