Tempo di vendemmia. Tempo di nuovi sapori e bevute in compagnia complice l’aria più fresta e la dolce luce di settembre. Ovunque vai, in Emilia Romagna, le viti di accompagnano, l’uva è pronta per essere colta, il vino profuma di speciale. Qualche suggerimento per il fine settimana.

Un percorso alla scoperta dei vini della Val Tidone è quello proposto da quattro località della vallata piacentina – Borgonovo Val Tidone, Ziano, Nibbiano, Pianello – all’insegna della tradizione enogastronomica e con la guida di esperti sommelier. Alla 6° edizione del “Valtidone Wine Fest” sono tanti gli appuntamenti culturali e gli spettacoli che si accompagnano alle degustazioni di ortrugo, gutturnio, malvasia e passiti.

Chef stellati si esibiscono in entusiasmanti showcoocking, visite guidate portano i visitatori a conoscere le tradizioni e la storia della Valtidone, gustose cene presentano i piatti tipici della tradizione piacentina, per una rassegna sugellata da emozionanti fuochi d’artificio che sarà possibile ammirare dalle colline. 12-13, 19-20, 26-27 settembre.

Castrocaro Terme, nel forlivese, celebra quest’anno la 59° edizione dell’evento dedicato all’uva. Oltre alle prelibate ricette della cucina romagnola, ai fiumi di vino ma anche di birra, agli spettacoli e ai giochi, non poteva di certo mancare il tradizionale appuntamento con la pigiatura dlel’uva. 12-13 settembre.

La festa continua alla “Sagra provinciale dell’uva” di Riolo Terme, nell’entroterra ravennate, fra degustazioni gratuite, ricchi punti ristoro, mercatini dei prodotti locali, musica e comicità. La notte di sabato tutti con il naso all’insù per ammirare gli incredibili giochi nel cielo dello spettacolo pirotecnico. Mentre domenica la giornata si vivrà all’insegna del divertimento fra giochi a premi, intrattenimenti, e animazioni. 17-20 settembre.

Vino non solo da bere, ma anche da mangiare. Ed ecco che una visita alla speciale “Festa dei sughi” a Mascarino di Castello d’Argile (Bologna) è d’obbligo per coloro che vogliono deliziarsi del “sugo”, ottenuto facendo bollire la mostatura del succo d’uva con farina e zucchero fino ad avere una specie di budino, ottimo da gustare al cucchiaio. 17-20 settembre.

Compie 60 anni la “Festa dell’uva” di Castenaso, nella pianura bolognese. Per festeggiare l’arrivo dell’autunno e dei suoi prodotti è ampio il calendario di eventi in programma, con spettacoli musicali, teatrali, tornei sportivi, mostre artistiche, mercatino degli ambulanti.

Fra i chioschi, disseminati per il centro cittadino, si potrà girare con un trenino turistico. Le serate di venerdì e sabato saranno poi invase dalla magica atmosfera delle Notti Bianche e dai loro aperitivi, degustazioni e assaggi. 18-21 settembre.

Il cuore storico di Castellarano, sulle colline reggiane, con la sua preziosa cinta muraria, la ben conservata Rocchetta del XV secolo ed il Castello merlato, rende omaggio all’uva ed al suo prodotto con un intero fine settimana di musica e ballo, mercatino medievale e giochi di un tempo, mercato ambulanti e hobbisti, menù speciali e antichi mestieri.

Per i più piccoli non mancheranno un mercatino dedicato ed uno spazio giochi tutto da scoprire. La cena medievale ed il corteo storico ci faranno rivivere gli antichi fasti. 18-20 settembre.

Tutta dedicato al Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC è la sagra che prende vita proprio nel territorio castelvetrese, in provincia di Modena, rinomato per la sua vocazione agricola.

Nei due fine settimana del 19-20 e del 26-27 settembre concerti, mostre, mercati, intrattenimenti per adulti e bambini, fanno da contorno ai punti ristoro di gastronomia tipica. A chiusura dell’evento si terrà la tradizionale sfilata dei Carri di Bacco.

Altro evento gourmet vi aspetta a San Giovanni in Marignano con il “Capodanno del vino”. Il borgo si fa protagonista di un evento appositamente creato per dare il benvenuto al vino nuovo, una festa in omaggio al prodotto principe del territorio marignanese frutto di secoli di tradizione.

Al Palio della Pigiatura le contrade marignanesi, tutte rappresentate da una coppia, uomo e donna, si sfidano a colpi di piedi per assicurarsi il Palio di Marignano. Un’occasione unica che rievoca le feste nell’aia quando la comunità celebrava i momenti forti della vita contadina, in particolare la buona riuscita della vendemmia. 26-27 settembre.