Cusio (Bergamo) – Il piacere di trascorre una giornata in montagna, una semplice camminata tra i prati autunnali in compagnia degli amici, lasciarsi stuzzicare l’appetito e sorseggiare un buon vino.

Torna per il secondo anno Setteterre, percorso enogastronomico tra le baite d’alpeggio che si svolgerà 1 novembre in Alta Val Brembana, ai Piani dell’Avaro, un’ottima occasione per stare all’aria aperta prima dell’arrivo dell’inverno.

Sette cantine in sette baite, sette opportunità di assaporare i prodotti del territorio brembano dove non mancheranno i salumi, i formaggi e un buon piatto di polenta. Un percorso studiato da Setteterre e Kairos,  connubio nato lo scorso anno con la prima edizione di quest’iniziativa nata per far degustare sette vini pregiati abbinati ai prodotti tipici bergamaschi.

Kairos Brembo Emotion sono cinque ragazzi che condividono la ricerca di tipicità legate al mondo della montagna, la riscoperta di tradizioni antiche e la semplicità che rende unico il territorio in cui sono nati. Dallo scorso anno si possono incontrare Al Ciar, il centro di valorizzazione dell’alpeggio e dei prodotti locali ai Piani dell’Avaro.

L’associazione viticoltori indipendenti Setteterre è, invece, un gruppo che si pone come obiettivo la valorizzazione e la promozione della produzione vitivinicola bergamasca nel segno di uno sviluppo ecocompatibile. Cantine che condividono la ricerca della massima espressività dei vini e della loro identità territoriale partendo appunto dai sette profili dei suoli su cui radicano i rispettivi vigneti posti da un capo all’altro della zona collinare della bergamasca.