Tempo di lettura: 5 minuti

Nella 7ª giornata di andata della 2ª fase del campionato di serie C Silver girone Verde dominio delle squadre viaggianti che vincono 5 gare su 8. Al comando troviamo i mantovani del San Pio X Mantova (Asan 19) che a sorpresa cadono in casa contro i bergamaschi della Gmg Food & Drink Bottanuco (Vitali 25), ma alle spalle dei virgiliani non ne approfittano la vice capolista Tecnofondi Ome (Coppi 20) che viene sconfitta in casa dalla Progresa Curtatone (Dubois 22), che ora è insidiata da vicino dalla sorprendente Excelsior Bergamo (Agazzi 19) che si impone in trasferta dopo un overtime e di misura sul non facile campo della Monteclarense (De Guzman 25).

Ai piedi del podio troviamo il quartetto composto da Opel Bonaventi Manerbio, Crema Assicurazioni Ombriano, E’Più Casalmaggiore ed Almac Viadana. Le prime 2 si sono affrontate nello scontro diretto svoltosi in terra bresciana e che al termine ha visto il successo dei padroni di casa trascinati dai 18 punti di Moreno, mentre per i cremaschi non sono bastati i 13 punti della coppia Dedè e Ghislandi, mentre l’E’Più Casalmaggiore (Raskovic 19) cede sul non facile campo della Cryo Service Somaglia (Rana 21); infine l’Almac Viadana (Neri 19) strapazza in trasferta il fanalino di coda Forti e Liberi Monza 1878 (Donà 15).

Alle spalle di questo quartetto troviamo la Cryo Service Somaglia che supera nello scontro diretto l’E’Più Casalmaggiore e stacca di 2 punti il terzetto composto da Monteclarense, Sas Lic Verolanuova e Progresa Curtatone. I monteclarensi cedono solo dopo un overtime tra le mura amiche contro i bergamaschi dell’Excelsior Bergamo nel match clou di giornata, mentre i verolesi (Paderno 27 e top score di giornata) vincono con qualche difficoltà sul campo della pericolante Blu Orobica Bergamo (Mora 15), ed infine la Progresa Curtatone a sorpresa passa sul non facile campo della vice capolista Tecnofondi Ome.

In piena zona salvezza continua il momento no della Italcontrol Villasanta (Leggiero 19) che dopo aver chiuso in vantaggio i primi 3 quarti cede nei secondi finali sul difficile campo della pericolante Negrini Quistello (Morello 21). Appena sotto troviamo la Blu Orobica Bergamo in piena crisi, mentre continua il magic moment della Negrini Quistello alla terza vittoria consecutiva ed infine non esce dalla crisi di risultati il fanalino di coda Forti e Liberi Monza che non vince più da oltre 3 mesi.


Manerbio (BS) – Una incerottata Crema Assicurazioni Ombriano cede nel finale sul difficile campo della Opel Bonaventi Manerbio che si impone con il punteggio finale di 71 a 67.

Per questa gara coach Bergamaschi si presenta con soli 9 atleti a referto, al lungodegente Simone Lecchi si aggiungono il fratello Pietro protagonista nelle ultime settimane e Basso Ricci; mentre dall’altra parte coach Maxi Moreno si presenta al completo.

La gara vede un inizio con le marce da ambo le parti con protagonisti Moreno e Sbardolini per i locali e dall’altra parte Fall ed Airoldi ed il 1° quarto si assesta su un equilibrio punto a punto, che si spezza nei secondi finali con Manerbio avanti di sole 2 lunghezze sul punteggio di 26 a 24. Nel 2° periodo Marchetti spinge i padroni di casa sul 38 a 31, ma nel finale capitan Bonacina e Dedè riducono il passivo riportando i rossoneri a -4 sul punteggio di 42 a 38 al 20′.

Al rientro dagli spogliatoi Crema Assicurazioni con Ravanelli e Bonacina portano avanti i cremaschi sul 45 a 48, ma Manerbio non ci stà e trascinata da Prado e Marchetti ribalta il punteggio chiudendo il 3°quarto con 2 possessi pieni di vantaggio sul punteggio di 56 a 50. Ad inizio 4^frazione coach Bergamaschi perde anche Fall per un infortunio all’inguine e Manerbio con Litoumi e Prado tocca il massimo vantaggio sul 67 a 58. Sembra fatta, ma Ombriano non ci stà e con Ghislandi, Dedè e Ravanelli piazza un minibreak di 0 a 7 si riporta a -2 sul 67 a 65 a 100” dalla fine. Nel finale l’Mvp Marchetti con una tripla spegne il tentativo di rimonta cremasco ed il match si chiude sul 71 a 67 finale.

OPEL BONAVENTI MANERBIO-CREMA ASSICURAZIONI OMBRIANO 71-67
PARZIALI: 26-24, 42-38, 56-50
OPEL BONAVENTI MANERBIO: Fontana, Litoumi 9, De Martin 4, E.Moreno 18, Prado 12, Boni n.e., Venturini n.e., Sbardolini 9, Zoccoli, Pellegrini 6, Marchetti 13. All.: M.Moreno.
Nessuno uscito per 5 falli.
CREMA ASSICURAZIONI OMBRIANO: Dedè 13, Airoldi 8, Fall 6, Ghislandi 13, Bonacina 10, Tasso 1, Turco 2, Ravanelli 8, Donati 6. All.: Bergamaschi.
Nessuno uscito per 5 falli, infortunio a Fall nel 4°quarto che non è più rientrato.
ARBITRI: Coffetti di Bergamo ed Amighetti di Verolanuova (BS).


San Martino in Strada (LO) – Si interrompe in terra lodigiana la serie positiva di 4 vittorie consecutive per l’E’Più Casalmaggiore che viene sconfitta dalla Cryo Service Somaglia con il punteggio finale di 76 a 64.

La gara vede un inizio equilibrato sino al 20 a 16, poi negli ultimi 2’ l’E’Più subisce un break di 8 a 0 ed il 1° quarto si chiude sul punteggio di 28 a 16. Nella 2ª frazione gli uomini di coach Parazzi subiscono la verve di Rana e Paulinus ed il vantaggio aumenta seppur di poco e si arriva così ai secondi finali con i locali avanti di 15 lunghezze sul punteggio di 48 a 33.

Al rientro dagli spogliatoi coach Parazzi cambia assetto di gioco e l’E’Più recupera punto su punto concedendo ai padroni di casa solo 3 punti e nonostante qualche forzatura grazie ai canestri di Gaudenzi e Raskovic riapre i giochi chiudendo la 3ª frazione con soli 5 punti di ritardo sul risultato di 51 a 46. Negli ultimi 10’ l’E’Più non riesce a trovare il canestro per poter riagganciare i locali e complice anche la sfortuna al tiro subisce l’allungo decisivo dei lodigiani che riprendono la doppia cifra di vantaggio chiudendo sul 76 a 64 finale.

CRYO SERVICE SOMAGLIA-E’PIU’CASALMAGGIORE 76-64
PARZIALI: 28-16, 48-33, 51-46
CRYO SERVICE SOMAGLIA: Rana 21, Tedoldi 16, Paulinus 11, Bertola 8, Joksimovic 8, Kimekwu 6, Andena 4, Gherardini 2, Carminati, G.Donzelli, Cianciola n.e. All.: Gamba.
Nessuno uscito per 5 falli.
E’PIU’CASALMAGGIORE: Raskovic 19, Gaudenzi 14, Verzellesi 9, Orlandelli 8, Rossi 6, A.Donzelli 3, Frisullo 3, Mangiapane 1, Giani 1, Guerra. All.: Parazzi.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Cantarini di Annicco e Vailati di Spino d’Adda.