Tempo di lettura: 6 minuti

Nella 7ª giornata di ritorno solo 3 gare sulle 5 in programma si sono disputate, complice l’emergenza Covid-19 che ha fatto rinviare i derby bresciani Begni Impianti Ospitaletto-La Fonte New Best Mazzano ed il big match tra Syneto Iseo e Migal Gardonese. Al comando troviamo l’imbattuta Mazzoleni Pizzighettone (Foresti 17) che si aggiudica il derby contro la Mg.K.Vis Piadena (Boffelli 17), mentre alle sue spalle facile vittoria interna anche per la Saleri Sil Olimpia Lumezzane (Arici 23) che stabilisce il record stagionale di canestri realizzati con 111 punti contro il fanalino di coda Puli-Sistem Gilbertina Soresina (Maghet 23). Nell’altra gara da segnalare la preziosa affermazione esterna dell’Impresa Tedeschi Sanse Cremona (Boccasavia e Mascadri 21) che supera i bergamaschi della Bellini Virtus Gorle (Milovanovic 18).


Soresina (CR) – Ormai non ci sono più aggettivi per descrivere adeguatamente la Mazzoleni Pizzighettone che inizia il 2022 come aveva lasciato il 2021, ossia dominando. Ultima vittima dei grifoni è la Mg.K.Vis Piadena che cede come nel match di andata e viene superata con il punteggio finale di 78 a 53.

Priva di Severgnini (in panchina per onor di firma) e con Bassani a mezzo servizio coach Giubertoni schiera lo starting five con il rientrante Gorreri, Ndiaye, Belloni, Foresti e Pairone; mentre dall’altra parte coach Baiardo deve rinunciare alle torri Pennacchiotti e Filahi e recupera in extremis Forte che parte dalla panchina e risponde con Zugno, Boffelli, Cavagnini, Avanzini e Bonaccorsi.

Dopo il canestro iniziale di Avanzini che sarà anche l’unico vantaggio esterno della serata, la Mazzoleni impiega un solo giro di lancette per recuperare e portarsi avanti per 7 a 2. Con il passare dei minuti la Giubertoni Band allunga ancor più il proprio vantaggio e dopo la tripla di Belloni raggiunge la doppia cifra ed il 1° quarto si chiude sul punteggio di 26 a 14. Nel 2° periodo la Mg.K.Vis grazie a 6 punti consecutivi di Forte riapre i giochi riportandosi a -7 sul 31 a 24 al 14′, ma è solo un fuoco di paglia perché la Mazzoleni trascinata da Foresti riallunga toccando ancora una volta la doppia cifra di vantaggio e si va all’intervallo lungo sul risultato di 47 a 35.

Al rientro dagli spogliatoi entra in scena Ndiaye che domina i 2 lati del campo e l’ex juvino spinge i grifoni a sfiorare il ventello, poi capitan Pairone inchioda il 64 a 44 del 30′. Gli ultimi 10′ sono di puro controllo per i rivieraschi ed i 2 allenatori ne approfittano per mettere i giovani che non fanno rimpiangere i più esperti titolari e si arriva così alla sirena finale con un eloquente +25 in favore di Pairone e compagni che chiudono sul 78 a 53.

MAZZOLENI PIZZIGHETTONE-MG.K.VIS PIADENA 78-53
PARZIALI: 26-14, 47-35, 64-44
MAZZOLENI PIZZIGHETTONE: Gorreri 12, Ndiaye 14, Severgnini n.e., Belloni 6, Bassani 7, Foresti 17, Biondi, Pagetti, Mainardi 2, Pairone 14, Manini 4, Jelic 2. All.: Giubertoni.
Nessuno uscito per 5 falli.
MG.K.VIS PIADENA: Zugno 8, Boffelli 17, Pessina 2, Bonfiglio, Pennacchiotti n.e., Cavagnini, Zanetti 6, Avanzini 9, Forte 6, Filahi n.e., Bonaccorsi 5. All.: Baiardo.
Nessuno uscito per 5 falli, fallo antisportivo a Bonaccorsi 39’.
ARBITRI: Lonati e Rusconi di Pavia.


Gussago (BS) – Anno nuovo ed ennesima sconfitta (12ª consecutiva) per il fanalino di coda Puli-Sistem Gilbertina Soresina che cede nettamente sul campo della Saleri Sil Olimpia Lumezzane che si impone con il punteggio finale di 111 a 54.

Per questa gara coach Castellani recupera dopo 2 mesi di assenza l’infortunato Rolijc ma si presenta in formazione ampiamente rimaneggiata compreso gli ultimi 2 innesti Popadic e Mihajlovic e schiera lo starting five composto da Pala, Rolijc, Maghet, De La Cruz ed Assui; mentre dall’altra parte coach Bianchi che presenta le new entry Copeta e Caridi risponde con Borghetti, Balogun, Pisoni, Gandoy e Hatch.

La gara vede un inizio di studio con i padroni di casa che mantengono sempre dei leggeri vantaggi, poi sul finire del tempo i valgobbini piazzano il primo mini allungo che gli permette di chiudere la 1ª frazione sul punteggio di 31 a 15, grazie ai canestri del trio Arici, Hatch e Borghetti che chiuderanno il match rispettivamente con 23, 21 e 18 punti per un totale di 62 sui 111 finali che è record stagionale. Nel 2° periodo la Puli-Sistem grazie ai canestri di Maghet riapre i giochi riportandosi a -10 sul punteggio di 38 a 28 al 14’, poi gli arbitri sanzionano la panchina ospite con un fallo tecnico ed i padroni di casa ne approfittano per riallungare ed andare all’intervallo di metà gara con 21 punti di vantaggio sul 59 a 38.

Al rientro dagli spogliatoi le difese dominano sugli attacchi, ma Soresina è più nervosa del solito e si carica presto di falli; nonostante tutto i falchi gialloverdi non cedono e chiudono la 3ª frazione sotto di 24 lunghezze sul punteggio di 69 a 45. Gli ultimi 10’ segnano la resa definitiva dei soresinesi che alzano definitivamente bandiera bianca e vengono travolti da uno tsunami, con i locali che segnano ben 42 punti subendone solo 9 ed il tabellone sulla sirena finale segna un raggelante -57 per gli ospiti che chiudono sul punteggio finale di 111 a 54.

SALERI SIL OLIMPIA LUMEZZANE-PULI SISTEM GILBERTINA SORESINA 111-54
PARZIALI: 31-15, 59-38, 69-45
SALERI SIL OLIMPIA LUMEZZANE: Frase 9, Torri 2, Silva 7, Copeta 4, Caridi 6, Borghetti 18, Savesi 3, Balogun 7, Pisoni 5, Gandoy 6, Arici 23, Hatch 21. All.: Bianchi.
Nessuno uscito per 5 falli.
PULI-SISTEM GILBERTINA SORESINA: Pala 7, Roljic 2, G.Cremaschi 4, Russo 2, M.Avino 1, M.Cremaschi 2, F.Avino 1, Maghet 23, De La Cruz 5, Assui 7. All.: Castellani.
Usciti per 5 falli: Pala, Roljic, G.Cremaschi, M.Cremaschi, Maghet ed Assui; falli tecnici alla panchina 15’ e 35’, Maghet 25’ e Pala 28’, fallo antisportivo a M.Cremaschi 27’, espulso coach Castellani 35’ per doppio fallo tecnico.
ARBITRI: Castoldi di Vimodrone (MI) e Spina di Milano.


Gorle (BG) – Importante vittoria in chiave salvezza per l’Impresa Tedeschi Sanse Cremona che in terra orobica supera i padroni di casa della Bellini Virtus Gorle con il punteggio finale di 71 ad 84 e si aggiudica entrambi i confronti diretti.

Per questa gara coach Vencato è costretto a rinunciare a Marelli e schiera lo starting five composto da Ariazzi, Boccasavia, Olivieri, Mascadri e Speronello; mentre dall’altra parte coach Minali risponde con Milesi, Gotti, Milovanovic, Montagnosi e Buffo. La gara vede subito un inizio positivo per i meningreen che si portano avanti per 0 a 9, costringendo coach Minali al time out ed alla ripresa del gioco, e che li ha visti toccare la doppia cifra di vantaggio sul 2 a 14. Nel finale di tempo la Tedeschi con un canestro di Boccasavia doppia i padroni di casa e chiude la 1ª frazione con 14 lunghezze di vantaggio sul punteggio di 14 a 28. Nel 2° periodo coach Vencato comincia a ruotare i propri atleti e mette in campo i giovani; Gorle non riesce a rientrare in partita e la Tedeschi ha vita facile, fino a sfiorare il ventello nel finale, chiudendo sul punteggio di 30 a 49.

Al rientro dagli spogliatoi salgono in cattedra capitan Speronello e Mascadri che continuano a bucare la retina orobica ed il divario non cambia; la 3ª frazione si chiude sul punteggio di 46 a 67. Gli ultimi 10’ sono in controllo per i cremonesi e Gorle nonostante l’infortunio occorsogli a Cannavale (lussazione della spalla) recupera punto su punto ma non abbastanza ed il match si chiude sul 71 ad 84 a favore della Tedeschi che chiuderà con 4 giocatori in doppia cifra, ma soprattutto regala l’esordio stagionale ai giovani Risari e Secci.

BELLINI VIRTUS GORLE-IMPRESA TEDESCHI SANSE CREMONA 71-84
PARZIALI: 14-28, 30-49, 46-67
BELLINI VIRTUS GORLE: Milesi 3, Gotti 7, Milovanovic 18, Montagnosi 13, Buffo 11, Carrara 2, Bacis, Osaghae n.e., Cannavale 6, Colombo 3, Siciliano 8. All.: Minali.
Nessuno uscito per 5 falli, falli antisportivi a Siciliano 17’ e Buffo 32’, infortunio a Cannavale 32’ che non è più rientrato in campo.
IMPRESA TEDESCHI SANSE CREMONA: Ariazzi 7, Boccasavia 21, Olivieri 15, Mascadri 21, Speronello 15, Feraboli, Ferrari 2, Secci, Risari, Marchetti 3. All.: Vencato.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Mainetti di Daverio (VA) e Bellitto di Milano.