Tempo di lettura: 5 minuti

Nella 7ª giornata, ultima del girone di andata di serie C Silver girone Verde 1 dominio del fattore campo con 4 vittorie in altrettanti incontri. Al comando troviamo i mantovani del San Pio X Mantova (Asan 25) che nel match clou di giornata cadono di misura sul campo della Opel Bonaventi Manerbio trascinata dai 20 punti dell’argentino Prado e grazie a questo successo si porta a soli 2 punti dalla vetta ed aggancia l’E’Più Casalmaggiore. I ragazzi di coach Parazzi alla 4ª vittoria consecutiva tra campionato e Coppa Lombardia (Raskovic 23) piegano con qualche difficoltà i Phintos Montichiari (De Guzman 15) e si portano a 4 i punti di vantaggio sul terzetto composto da Phintos Montichiari, Sas Lic Verolanuova ed Almac Viadana; con le ultime due che si sono affrontate nello scontro diretto sul campo bresciano che ha visto imporsi la compagine di coach Celli trascinata dai 13 punti della coppia Pezzali ed Apollonio, mentre per i virgiliani non sono bastati i 14 punti di Cacciavillani. In coda torna al successo la Negrini Quistello (Maione 25) che supera di misura il fanalino di coda Junior Curtatone a cui non sono bastati i 13 punti di Roversi.

Colorno (PR) – Quarta vittoria consecutiva tra campionato e Coppa Lombardia per una lanciata E’Più Casalmaggiore che festeggia nel migliore dei modi il nuovo sponsor AFM e si impone, anche se con qualche difficoltà, sui bresciani della Pinthos Montichiari con il punteggio finale di 78 a 70, e conclude il girone di andata con un bilancio di 5 vittorie e solo 2 sconfitte a soli 2 punti dalla vetta occupata dai mantovani del San Pio X Mantova.

La gara vede un buon inizio dei ragazzi di coach Parazzi che trascinati dalla coppia Verzellesi-Frisullo, quest’ultimo al rientro guadagna un discreto vantaggio, ma Montichiari non cede e grazie ai canestri dell’ex Piadena Delibasic rosicchia qualche punto ed il 1° quarto si chiude sul punteggio di 19 a 13. Nella 2^frazione Orlandelli e Guerra spingono i padroni di casa a toccare la doppia cifra di vantaggio, ma De Guzman tiene a galla i bresciani e manda le squadre all’intervallo sul punteggio di 41 a 32.

Al rientro dagli spogliatoi Montichiari approfitta di un calo dei padroni di casa e con il solito De Guzman coadiuvato da Zorat recupera punto su punto ed il 3° minitempo si chiude in perfetta parità a quota 51. Ad inizio ultimo quarto è ancora De Guzman a punire i casalaschi e spinge Montichiari al massimo vantaggio sul 51 a 57, ma l’E’Più si riprende e come era accaduto nel turno precedente a Curtatone grazie ai canestri di Raskovic, Lombardi e Gaudenzi che suonano la carica, si riporta in vantaggio. A questo punto il match si fa spigoloso ed i falli fioccano a grappoli; con le due squadre in bonus la prima a cedere è Montichiari che paga la scarsa precisione dalla lunetta, mentre dall’altra parte Casalmaggiore grazie a Raskovic e Verzellesi è infallibile dalla linea della carità e nei secondi finali sfiora la doppia cifra di vantaggio chiudendo la gara sul 78 a 70 finale.

E’PIU’ CASALMAGGIORE-PHINTOS MONTICHIARI 78-70
PARZIALI: 19-13, 41-32, 51-51
E’PIU’CASALMAGGIORE: Raskovic 23, Gaudenzi 7, Marchini 3, Verzellesi 14, Rossi, Bosio, Assensi, Donzelli, Guerra 7, Lombardi 8, Orlandelli 7, Frisullo 9. All.: Parazzi.
Usciti per 5 falli: Lombardi, Frisullo e Marchini, fallo antisportivo a Rossi.
PHINTOS MONTICHIARI: Delibasic 13, De Guzman 15, Faini 7, Cerini 4, Zorat 11, Piantoni 5, Timelli 10, Corona 5, Lembo, Melpignano, Ambrosi, Mombelli. All.: Piccinelli.
Uscito per 5 falli: Delibasic, fallo tecnico a Delibasic.
ARBITRI: Vincenzi di Curtatone (MN) e Montanari di San Giorgio Bigarello (MN).


Nella 7ª giornata, ultima del girone di andata del campionato di serie C Silver girone Verde 2 i bresciani della Tecnofondi Ome (Bianchi 25) volano in solitaria al comando dopo la vittoria interna contro il fanalino di coda Forti e Liberi Monza 1878 a cui non sono bastati i 24 punti di Donà. Alle spalle della compagine franciacortina troviamo il terzetto composto da Robur et Fides Somaglia, Excelsior Bergamo ed Italcontrol Villasanta. Le prime 2 si sono affrontate nello scontro diretto che a sorpresa ha visto prevalere la compagine lodigiana (Andena 15), mentre per gli orobici Adami ha chiuso con 14; mentre i brianzoli (Castiglioni 19) cadono a sorpresa sul campo della Good & Drink Bottanuco (Signore e Tagliabue 13), che agganciano in classifica la coppia composta da Blu Orobica Bergamo e Crema Assicurazioni Ombriano che si sono affrontate nello scontro diretto. Al termine di un match dai mille capovolgimenti di fronte ha prevalso la compagine bergamasca trascinata dai 15 punti di Resmini, mentre per i cremaschi non sono bastati i 16 punti di Fall ed il ritorno dopo un mese e mezzo di assenza di Bonacina. A chiudere la classifica troviamo la Forti e Liberi Monza che cede solo nel quarto finale sul campo della neo capolista Tecnofondi Ome.

Bergamo – Ennesima occasione sprecata da la Crema Assicurazioni Ombriano che per la 2ª volta consecutiva nel giro di una settimana cade in trasferta sul campo bergamasco della Blu Orobica Bergamo che si impone di misura con il punteggio finale di 70 a 67, al termine di un match sostanzialmente equilibrato e ricco di capovolgimenti di fronte. La gara vede un inizio favorevole ai rossoneri che all’8′ sono avanti per 12 a 16; ma nel giro di un paio di minuti subiscono il ritorno dei padroni di casa che piazzano un break di 8 a 0 che gli permette di ribaltare il punteggio chiudendo avanti per 20 a 16. Ad inizio 2° quarto la Blu Orobica sigla il 22 a 16, poi Ombriano si riprende e con Fall, Turco e Ravanelli si porta a contatto con i padroni di casa. Nel finale Donati con un paio di giocate manda le due squadre all’intervallo sul risultato di 31 a 36.

Ad inizio 3° periodo un gioco da 3 punti di Airoldi spinge Ombriano a +8 sul 31 a 39 al 22′, ma come era accaduto la settimana precedente in quel di Somaglia nel giro di 4′ subisce il ritorno dei padroni di casa che piazzano un parziale di 15 a 6 e sino a fine 3° quarto si procede in perfetto equilibrio ed il tempo si chiude in perfetta parità a quota 51. Ad inizio 4° quarto Ombriano prova un altro allungo e Fall al 34′ sigla il 51 a 57; sembra fatta ma i cremaschi subiscono l’ennesimo ritorno dei padroni di casa che trascinati da Resmini incassano un parziale di 15 a 6 che risulterà decisivo per la Blu Orobica che si porta avanti per 66 a 64, tagliando in maniera definitiva le gambe ai rossoneri costretti ancora una volta a recitare il mea culpa per l’ennesima occasione gettata alle ortiche.

BLU OROBICA BERGAMO-CREMA ASSICURAZIONI OMBRIANO 70-67
PARZIALI: 20-16, 31-36, 51-51
BLU OROBICA BERGAMO: Bernardi 2, Gherardi 11, Nespoli, Camara 8, De Martin 12, Resmini 15, Compaoré, Guerci, Rota 5, Zonca 11, Cagliani 6. All.: Pasqua.
Nessuno uscito per 5 falli.
CREMA ASSICURAZIONI OMBRIANO: Dedè 13, Airoldi 9, Fall 16, Ghislandi 6, Bonacina 4, Donati 6, Ravanelli 8, P.Lecchi, Turco 3, Tasso 2, Basso Ricci. All.: Bergamaschi.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Bernardelli di Curtatone (MN) e D’Amone di San Giorgio Bigarello (MN).