Tempo di lettura: 3 minuti

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Nella serata di lunedì 14 giugno si è svolta, presso la sede di via Ruggeri, la prima riunione del nuovo consiglio dell’Avis di Pescarolo uscito dall’assemblea on line del 21 maggio. A nome del Presidente uscente, Dottor. Bodini, il Vice Mariani ha aperto con un ringraziamento a tutti i presenti per la disponibilità unitamente ai nuovi entrati, Pasquale Losapio e Chiara Anselmi, oltre agli auguri a Mariani Giovanna e Mondani che hanno abbandonato per motivi di salute.

E’ seguita una breve presentazione da parte di Pasquale Losapio, ex dipendente Asl in Puglia, che ha preso al volo la possibilità di entrare nel mondo della scuola con l’insegnamento della Religione e dedicare parte del suo tempo libero come educatore degli Oratori. Qualche perplessità è stata espressa da Chiara Anselmi in merito alla ridistribuzione degli incarichi.

Come si era già preventivato in sede di Assemblea, riconfermati all’unanimità il Presidente il Dottor Bodini e il Vice Mariani. Il nuovo organismo è così composto: Bodini Dott. Umberto, Mariani Claudio, Galli Barbara, Ferrari Angelo, Telò Secondo, Tassi Ermes, Cavalieri Franco, Caprini Franco, Caprini Fausta, Anselmi Angelo, Anselmi Chiara, Losapio Pasquale, Masseroni Giampietro, Paleari Daniela, Ferrari Claudia, Lazzari Alfreda, Cisternino Natale e Nargi Salvatore.

Il vice presidente Mariani ha poi informato il consiglio sul lavoro che si sta seguendo per l’applicazione delle procedure Avis Net lavoro di non facile applicazione che porta avanti con la collaborazione di Anselmi Angelo e Ermes Tassi, con un costante contatto con Cristina della Segreteria Provinciale per la tenuta di tutto quanto riguarda i donatori.

Prendendo la palla al balzo, Mariani ha chiesto al Presidente di farsi portavoce, presso il provinciale, per avere incontri sul posto con esperti del settore, in considerazione della complessità della materia e i continui aggiornamenti. In merito si ha la conferma di un ottimo dialogo tra donatori, sezione e centro trasfusionale, mentre Bodini precisa che per una maggior funzionalità del centro stesso si sta programmando l’organizzazione delle presenze, al Centro Trasfusionale, attraverso un calendario. Mariani precisa anche che adesso ogni variazione nell’elenco dei donatori dovrà essere deliberata dal consiglio. A proposito lo stesso fa presente che nel 2020 sono entrati 12 nuovi donatori mentre ad oggi, 2021, siamo a dieci, precisando che tutto procede regolarmente sia per quanto riguarda i cardiogrammi, seguiti dal consigliere Barbara, che per le donazioni.

Ampio e dibattuto il programma sulle iniziative future, attraverso le quali l’Associazione deve essere presente nella società alla ricerca di nuovi donatori nel nome della solidarietà, purtroppo non realizzate nel 2020 e oggi ancora nell’incertezza del covid. In merito ha ricordato che era proprio il 14 giugno la giornata nella quale si era soliti organizzare “la giornata del donatore”. Nella recente giornata dell’Orgoglio Pescarolese sono stati consegnati ai diciottenni il modulo di richiesta per nuovi donatori.

Il 27 giugno saremo presenti con il nostro gazebo alla Senigola. Abbiamo avuto notizie che alcune signore hanno già preparato i costumi per le bambole “pigotte” che si spera di riuscire a vendere “Pro Unicef”, come tradizione nella festività dell’8 dicembre.

Dovrebbero anche essere programmate le iniziative nelle quali distribuire le varie premiazioni non fatte nel 2020, e che di conseguenza andranno ad accavallarsi ad altre iniziative, creando così problemi organizzativi.

Un ringraziamento va ai famigliari di Luigi Araldi che nel ricordo dello scomparso, hanno voluto donare alla sezione un nuovo schermo, installato nella sede e che si vorrebbe poi integrare con l’installazione di un tabellone informativo esterno. Resta sempre attuale la disponibilità dell’Avis a fare da riferimento come sede, all’iniziativa della 100 chilometri, che l’appassionato Bolzacchi Luciano, fino ad oggi ostacolato dal covid, ha in programma da tempo.

Il consiglio si è chiuso con una proposta da parte di Pasquale Losapio per il coinvolgimento dei giovani attraverso i social, con un maggior presenza, sugli stessi, dell’Associazione e dei suoi valori. Mariani ha quindi invitato i consiglieri ad uno stretto contatto con la sede, ricordando l’apertura del martedì, attraverso il quale si può poi arrivare a a stabilire una prossima convocazione.

Un consiglio che ancora una volta, ha dato ampia dimostrazione dell’esistenza di una volontà di fare nel nome della tanto citata “solidarietà” e che non può che meritare un grosso plaudo da parte di tutta la comunità.

(Nella foto la vendita delle pigotte Pro Unicef nel 2019)