L’INAIL ha stanziato 276 milioni di euro per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. L’intervento si rivolge a tutte le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura.

Gli investimenti possono ad esempio riguardare la ristrutturazione e la modifica degli ambienti di lavoro, compresi gli eventuali interventi impiantistici collegati, l’acquisto di macchine, di dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinanti, l’installazione, la modifica o l’adeguamento di impianti elettrici, antincendio, di aspirazione e ventilazione.

I progetti per l’adozione di modelli devono invece riguardare sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) e loro certificazioni, modelli organizzativi e gestionali, sistema certificati SA 8000, rendicontazione sociale asseverata. Da quest’anno vi è una linea ad hoc dedicata ai progetti di bonifica da materiali contenenti amianto. L’opportunità è di ottenere un contributo a fondo perduto pari al 65% delle spese sostenute e fino ad un massimo di 130 mila euro. I fondi vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle richieste.

La prima fase di compilazione delle domande sarà attiva dal 1 marzo al 5 maggio 2016, mentre la data del click day per la prenotazione fondi sarà comunicata sul portale INAIL a partire dal 19 maggio.