Cremona- Molti di noi vanno in montagna anche per andare a cercare quei momenti di silenzio che sempre più frequentemente non ci è più concesso dal frastuono quotidiano fuori e dentro di noi.

Le nostre montagne, purtroppo, sono sempre più minacciate dal frastuono dei mezzi motorizzati che sempre più invadono i sentieri (grazie anche alla permissività di certe normative nazionali e regionali), dal rombo degli aerei e dagli schiamazzi di escursionisti che scambiano l’ambiente montano per un parco giochi.
In questa ottica il CAI, sezione di Cremona, ha organizzato un’incontro per una riflessione sulla natura del silenzio inteso non solo come assenza di rumore ma nelle sue più svariate sfaccettature. Non solo per analizzarne gli effetti piacevoli o sgraditi, ma per capire ciò che rappresenta, che posto occupa nella vita di ciascuno di noi.

Ne parlerà Duccio Demetrio già professore di Filosofia dell’Educazione all’Università degli studi di Milano-Bicocca e fondatore assieme a Nicoletta Polla-Mattiot dell’Accademia del Silenzio formata da esperti in educazione alla cultura e alle pratiche del silenzio, martedì 19 maggio alle 21, presso il Teatro Monteverdi.

Duccio Demetrio con Saverio Tutino ha creato la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari, di cui è il direttore, che è ormai divenuta una comunità sparsa su tutto il territorio nazionale di ricerca e formazione sui temi della scrittura di sé e autobiografica.