“L’avventura è cercare qualche cosa di diverso, spesso difficile da raggiungere, può essere fantastica ma anche molto pericolosa. Una cosa solo è certa… vale sempre la pena di viverla”.

Eccoci qui. Stanno arrivando i giorni dell’aviatore terrestre.

Dal 14 luglio fino Ferragosto su una pagina Facebook (per l’appunto L’aviatore terrestre) il giornalista Damiano Rizzi, veneziano di nascita e trevigiano d’adozione, assieme alla moglie Luisa (Popolis li conosce già e l’anno scorso ha ospitato il loro viaggio africano), racconteranno con parole, immagini e video, la loro nuova avventura: novemila chilometri e 4 fusi orari che li porteranno da Venezia a Bishkek, capitale del Kirghizistan.

Damiano e Luisa
Damiano e Luisa, pronti alla partenza

Un viaggio come sempre a bordo di Adventure – una moto Bwm 1200 GS – che toccherà Leopoli e Kyev in Ucraina, varcherà un fronte molto caldo in Russia, scenderà il Volga, entrerà nell’antica Stalingrado (oggi Volgograd), raggiungerà il Kazakistan toccando il Mar Caspio, proseguirà lungo il deserto del Kizil Kum verso l’Uzbekistan e le antiche Khiva e Buchara, fino alla mitica la città di Tamerlano, Samarcanda.

A quel punto Damiano e Luisa saranno a un passo dall’Afghanistan e dal Tagikistan e da una delle più imponenti catene montuose del mondo, il Pamir. Ma non si fermeranno.

Gli audaci viaggiatori proseguiranno lungo una strada avventurosa e difficile i confini con l’Afghanistan e la Cina verso il lago Karakol e alla meta finale, Bishkek, da dove torneranno a casa in aereo mentre la fedele Adventure viaggerà in un cargo.